La nazionale festeggia con una vittoria la sua partita numero 1000

La nazionale festeggia con una vittoria la sua partita numero 1000

Prima del match, le ragazze azzurre hanno festeggiato il traguardo di mille partite con una torta speciale condivisa con la Svezia (foto di Vito Massagli allegate) ed una maglia celebrativa realizzata a Taranto a tempo di record grazie all’azienda Puglia Sistemi.

LA PARTITA Dopo 48 ore Italia e Svezia si ritrovano avversarie. Parte la Svezia prima dai blocchi: 12-9 all’8’. Poi nell’Italia le due reduci dalla finale-scudetto Jenifer Nadalin e Valentina Siccardi (debutto della crassina con l’Italia in un’amichevole) lasciano un segno sul match, dando la scossa alle azzurre che a cavallo tra primo e secondo atto firmano il break di 12-5 in 4’ che vale il 21-17 del 12’. Successivamente entra nel match l’altra pedina di Taranto, il play Angela Gianolla. La Svezia torna al comando. La tripla di Eldebrink vale il +4 delle ospiti al 16’. Il bravo play del Brno spinge le nordiche sul +8 del 17’ (0-8). Taranto risponde: -1 al 19’. Ma è la Svezia a chiudere davanti a fine primo tempo: +3.

L’Italia trova sostanza ad inizio della ripresa. Le veterane Zara e Ballardini scaldano la manovra e battono le vie che portano al canestro. La conseguenza è il sorpasso azzurro: +3 al 23’. Masciadri a rimorchio. L’altra veterana spinge l’Italia sul +7 del 24’, frutto del parziale di 12-2. La Svezia viene chiamata alla riflessione nel timeout. Al rientro in campo si fa male Sottana, per una caduta irregolare, alla coscia sinistra. Esce tra gli applausi la giocatrice di Venezia (dovrebbe essere solo una botta), mentre l’Italia veleggia a +8 al 28’ e poi a +13 alla fine del terzo periodo grazie all’acuto di Masciadri. L’Italia non si ferma e con la crassina Siccardi fila a +16 al 34’. Ma l’Italia ha ancora fame e chiude il match col massimo vantaggio:+19.

IL CITTI’ TICCHI: Sulla probabile qualificazione tra le “dodici” della Nazionale, il cittì risponde: “Dobbiamo fare i conti con la sciatalgia di Siccardi, perché dovremo affrontare quattro partite in cinque giorni. Ma non è ora che devo ufficializzare questa lista, bensì nell’immediata vigilia dell’Additional, dunque il più tardi possibile. Ma rimarco la buona partita di Siccardi, che già nell’anno passato è stata vicina a giocarsi la qualificazione all’Europeo”. L’allenatore poi commenta l’atteggiamento della squadra dopo 48 ore dal primo test-match di sabato scorso. “Abbiamo sbagliato di meno al tiro, ma abbiamo perso lo stesso numero di palloni. Mi è piaciuta l’aggressività messa in campo dalle mie giocatrici, le quali per dettame tecnico dovevano tenere un ritmo più basso nel primo tempo, guardando in prospettiva delle partite ufficiali, in cui mi auguro che giocheremo con intensità sino alla fine”.

SICCARDI: “SPERO DI ESSERCI ANCHE IO“ “Sono felice perché credo di aver giocato bene e soprattutto perché mi piace far parte del progetto tattico impresso dal commissario tecnico Ticchi”. E’ felice Valentina Siccardi, nonostante il nervo sciatico che le sta dando fastidio in questo raduno azzurro pre-Europeo. Lei ha chiuso il test con la Svezia con 11 ed il 4/6 nel tiro dal campo. La giocatrice del Cras, alla domanda “se speri di far parte delle qualificazioni”, risponde affermativamente: “Voglio farci parte da quando mi è arrivata la convocazione a casa… “.

DAL 3 L’ADDITIONAL TOURNAMENT Partirà venerdì 3 giugno l’Additional Qualifying Tournament di basket femminile in programma al PalaMazzola sino all’8 giugno. Questo il calendario del gruppo A, che riserva un posto per la doppia finale di spareggio ad incrocio con la vincente del gruppo B di Sopron e che qualificherà all’Europeo di Polonia, in programma dal 18 giugno al 3 luglio. Prima giornata, 3 giugno: alle ore 17,45 Germania-Belgio, alle 20,30 Serbia Romania; seconda giornata, 4 giugno: alle ore 17,15 (diretta su Rai Sport 1) Italia-Serbia, alle 20,30 Romania-Germania; terza giornata, 5 giugno: alle 17,45 Belgio-Romania, alle 20,30 Germania-Italia; quarta giornata, 7 giugno: alle 17,45 Serbia-Germania, alle 20,30 Italia-Belgio; quinta giornata, 8 giugno: alle 17,45 Belgio-Serbia, alle 20,30 Germania-Italia.

LA PREVENDITA Prosegue la prevendita per l’acquisto dei tagliandi del Torneo di qualificazione all’Europeo. Prezzi popolari di ciascun ticket: 4 euro. La prevendita è possibile effettuarla tutti i giorni presso la segreteria del Cras sita al PalaMazzola di Taranto e presso il Royal Bar di viale Virgilio a Taranto. Per i cittadini della provincia di Taranto è possibile effettuare la prenotazione dei tagliandi telefonando al numero 099-7797246.

ITALIA-SVEZIA 78-59

ITALIA: Zara 12, Ballardini 7, Masciadri 14, Wabara 7, Nadalin 8; Gianolla 2, Franchini 2, Sottana 4, Zanoni 7, Cinili 2, Bagnara 2, Siccardi 11. All. Giampiero Ticchi.

SVEZIA: Olheim 2, Kallmann 4, F. Eldenbrink 22, Yderstrom 6, Nillson; E. Eldenbrink, Egnell 4, Aasa, Grahn 12, Halvarsson 7, Lidgren 2. All. Lars Joahnsonn.

ARBITRI: Cappello, Morelli, Scrima.

PARZIALI: 17-16, 30-33, 55-42, 78-59.

NOTE: T2 Italia 27/49, Svezia 12/25; T3 Italia 2/10, Svezia 3/19; TL Italia 18/23, Svezia 26/32.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy