Matera parte bene, ma Brescia ha la meglio nel finale

Matera parte bene, ma Brescia ha la meglio nel finale

Al PalaSassi di Matera va in scena, per la seconda giornata di ritorno, un match che propone il confronto tra i due estremi della classifica del girone Est di Serie A2. I padroni di casa della Bawer, ultimi con soli 4 punti, sono reduci da due settimane piuttosto tribolate che hanno visto la partenza del capitano Francesco Guarino, il dietro-front della decisione di Gresta circa il suo futuro a Matera ed infine l’arrivo del direttore generale Franco Del Moro. A fare visita ai materani arriva la Centrale del Latte-Amica Natura Brescia, sola al comando con 26 punti.

Coach Gresta schiera il quintetto formato da Brian Chase, Daniele Mastrangelo, Gianni Cantagalli, Stan Okoye e Diego Corral. Coach Diana risponde con il solito starting five, con Juan Fernandez in cabina di regia affiancato da Reggie Holmes, Mirza Alibegovic e Damian Hollis sulle ali e Alessandro Cittadini sotto le plance.

PRIMO QUARTO

Primi tre punti messi a segno da Reggie Holmes, seguito poi da Alessandro Cittadini che, smarcato, può appoggiare facilmente a tabellone il layup del 5-0 a favore dei bresciani. Pronta la risposta di Diego Corral, che in semigancio segna i primi due punti targati Bawer. Dall’altra parte Holmes non perdona il ritardo materano nelle rotazioni difensive e infila la seconda tripla. Il tempo di tornare nella metà campo offensiva e lo stesso prodotto di Morgan State University segna un’altra bomba dall’arco che costringe coach Gresta a chiamare il primo timeout del match sul punteggio di 2-11. Matera rientra bene in campo dopo il minuto di sospensione e ritorna in partita piazzando un break di 6-0 con una schiacciata di Okoye, un layup di Corral e due punti di Mastrangelo in contropiede. Questa volta è coach Diana a chiamare timeout. Un floater di Cantagalli e un altro semigancio di un buon Corral rispondono al jumper vincente di Cittadini. La Bawer mette la freccia e sorpassa per la prima volta la formazione ospite grazie allo stesso Corral, ma la Leonessa reagisce e allunga fino al +11 con le triple di Holmes e Damian Hollis (15-26). Dall’altra parte Cantagalli realizza in reverse a 20” dalla fine. Primo periodo che si conclude sul 17-26 per i bresciani.

SECONDO QUARTO

Buonissimo avvio di periodo per la Bawer che rientra in partita con due triple di Chase e Okoye. Passera prova ad allungare, ma questa volta è Zaharie a realizzare il fade away dal post alto. La bomba segnata da Chase impatta il risultato ed infiamma il PalaSassi. Match che rimane in equilibrio fino a due minuti dalla fine, quando l’andamento dell’incontro suscita il nervosismo del coach bresciano che costringe la terna arbitrale a fischiare il fallo tecnico. Chase risponde con l’ennesima tripla al jumper vincente di Hollis e firma il +4 locale. Sul finale del quarto si scaldano gli animi tra le due compagini e questa volta è Rugolo a commettere un fallo tecnico, ma è Chase ad avere l’ultima parola segnando l’ultimo canestro del primo tempo. Un primo tempo che si conclude sul punteggio – totalmente inaspettato alla vigilia – di 47-42 per una buona Bawer.

TERZO QUARTO

Un tiro in sospensione di Cantagalli inaugura il secondo tempo e consente ai materani di portarsi sul massimo vantaggio (49-42), ma dall’altra parte Holmes continua a vedere il canestro largo come una vasca da bagno e segna la sesta bomba su sei tentativi. Sulla metà del periodo si anima la sfida tra le due coppie di stranieri: Okoye risponde con un tiro in allontanamento al bel movimento in post da parte di Hollis, ma è ancora l’ex Cantù ad infilare la tripla. Chase trova il canestro in terzo tempo, ma la coppia “made in USA” bresciana firma il parziale che costringe coach Gresta a chiamare timeout. Alla ripresa, tuttavia, Matera è in affanno, fino ai due punti di Zaharie dopo essersi liberato dalla marcatura con una finta. Passera mantiene accurata la precisione dall’arco della Leonessa, ma i materani resistono e concludono in vantaggio il terzo quarto sul 63-59.

ULTIMO QUARTO

Matera si fa prendere dal nervosismo e Gresta commette fallo tecnico, Brescia ringrazia e ribalta le sorti dell’incontro allungando addirittura sulla doppia cifra di vantaggio. Corral prova a svegliare i suoi con il suo classico semigancio, ma la Bawer è nuovamente in affanno in fase difensiva, consentendo a Damian Hollis di segnare due punti facili. Le luci materane si spengono anche in attacco e la Centrale prende il controllo della situazione, portandosi sul +14. Nella seconda metà del periodo sale in cattedra Hollis che infila una serie di tiri in step back che annulla così i tentativi di rimonta da parte di un buon Chase, che con le sue triple cerca di tenere a galla la barca materana, ma il tempo comincia a giocare insieme alla Leonessa. Mastrangelo rapina Marco Passera e vola in contropiede a segnare il -9. Hollis segna, aiutandosi col tabellone, il canestro che sigilla il risultato. Finisce 85-96. Brescia espugna il PalaSassi e conferma il suo primato in classifica, ma un plauso va anche alla Bawer che, con la mentalità giusta, ha reso questo testa-coda un match particolarmente equilibrato, soprattutto nei primi tre quarti.

BAWER MATERA – CENTRALE DEL LATTE-AMICA NATURA BRESCIA 85-96

MATERA: Chase 25, Mastrangelo 11, Corral 13, Okoye 16, Cantagalli 6, Rugolo 4, Dagostino n.e., Santarsia, Bertocco, Zaharie 10.

BRESCIA: Passera 10, Fernandez 2, Cittadini 13, Alibegovic 11, Speronello n.e., Holmes 28, Assoni n.e., Toté, Bushati 2, Hollis 30.

Arbitri: Borgo, Gagno, Del Greco

Fotogallery a cura di Roberto Linzalone

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy