Matera parte bene, ma Brescia ha la meglio nel finale

Matera parte bene, ma Brescia ha la meglio nel finale

di Nicola Lupo, @NikiLupo25

Al PalaSassi di Matera va in scena, per la seconda giornata di ritorno, un match che propone il confronto tra i due estremi della classifica del girone Est di Serie A2. I padroni di casa della Bawer, ultimi con soli 4 punti, sono reduci da due settimane piuttosto tribolate che hanno visto la partenza del capitano Francesco Guarino, il dietro-front della decisione di Gresta circa il suo futuro a Matera ed infine l’arrivo del direttore generale Franco Del Moro. A fare visita ai materani arriva la Centrale del Latte-Amica Natura Brescia, sola al comando con 26 punti.

Coach Gresta schiera il quintetto formato da Brian Chase, Daniele Mastrangelo, Gianni Cantagalli, Stan Okoye e Diego Corral. Coach Diana risponde con il solito starting five, con Juan Fernandez in cabina di regia affiancato da Reggie Holmes, Mirza Alibegovic e Damian Hollis sulle ali e Alessandro Cittadini sotto le plance.

PRIMO QUARTO

Primi tre punti messi a segno da Reggie Holmes, seguito poi da Alessandro Cittadini che, smarcato, può appoggiare facilmente a tabellone il layup del 5-0 a favore dei bresciani. Pronta la risposta di Diego Corral, che in semigancio segna i primi due punti targati Bawer. Dall’altra parte Holmes non perdona il ritardo materano nelle rotazioni difensive e infila la seconda tripla. Il tempo di tornare nella metà campo offensiva e lo stesso prodotto di Morgan State University segna un’altra bomba dall’arco che costringe coach Gresta a chiamare il primo timeout del match sul punteggio di 2-11. Matera rientra bene in campo dopo il minuto di sospensione e ritorna in partita piazzando un break di 6-0 con una schiacciata di Okoye, un layup di Corral e due punti di Mastrangelo in contropiede. Questa volta è coach Diana a chiamare timeout. Un floater di Cantagalli e un altro semigancio di un buon Corral rispondono al jumper vincente di Cittadini. La Bawer mette la freccia e sorpassa per la prima volta la formazione ospite grazie allo stesso Corral, ma la Leonessa reagisce e allunga fino al +11 con le triple di Holmes e Damian Hollis (15-26). Dall’altra parte Cantagalli realizza in reverse a 20” dalla fine. Primo periodo che si conclude sul 17-26 per i bresciani.

SECONDO QUARTO

Buonissimo avvio di periodo per la Bawer che rientra in partita con due triple di Chase e Okoye. Passera prova ad allungare, ma questa volta è Zaharie a realizzare il fade away dal post alto. La bomba segnata da Chase impatta il risultato ed infiamma il PalaSassi. Match che rimane in equilibrio fino a due minuti dalla fine, quando l’andamento dell’incontro suscita il nervosismo del coach bresciano che costringe la terna arbitrale a fischiare il fallo tecnico. Chase risponde con l’ennesima tripla al jumper vincente di Hollis e firma il +4 locale. Sul finale del quarto si scaldano gli animi tra le due compagini e questa volta è Rugolo a commettere un fallo tecnico, ma è Chase ad avere l’ultima parola segnando l’ultimo canestro del primo tempo. Un primo tempo che si conclude sul punteggio – totalmente inaspettato alla vigilia – di 47-42 per una buona Bawer.

TERZO QUARTO

Un tiro in sospensione di Cantagalli inaugura il secondo tempo e consente ai materani di portarsi sul massimo vantaggio (49-42), ma dall’altra parte Holmes continua a vedere il canestro largo come una vasca da bagno e segna la sesta bomba su sei tentativi. Sulla metà del periodo si anima la sfida tra le due coppie di stranieri: Okoye risponde con un tiro in allontanamento al bel movimento in post da parte di Hollis, ma è ancora l’ex Cantù ad infilare la tripla. Chase trova il canestro in terzo tempo, ma la coppia “made in USA” bresciana firma il parziale che costringe coach Gresta a chiamare timeout. Alla ripresa, tuttavia, Matera è in affanno, fino ai due punti di Zaharie dopo essersi liberato dalla marcatura con una finta. Passera mantiene accurata la precisione dall’arco della Leonessa, ma i materani resistono e concludono in vantaggio il terzo quarto sul 63-59.

ULTIMO QUARTO

Matera si fa prendere dal nervosismo e Gresta commette fallo tecnico, Brescia ringrazia e ribalta le sorti dell’incontro allungando addirittura sulla doppia cifra di vantaggio. Corral prova a svegliare i suoi con il suo classico semigancio, ma la Bawer è nuovamente in affanno in fase difensiva, consentendo a Damian Hollis di segnare due punti facili. Le luci materane si spengono anche in attacco e la Centrale prende il controllo della situazione, portandosi sul +14. Nella seconda metà del periodo sale in cattedra Hollis che infila una serie di tiri in step back che annulla così i tentativi di rimonta da parte di un buon Chase, che con le sue triple cerca di tenere a galla la barca materana, ma il tempo comincia a giocare insieme alla Leonessa. Mastrangelo rapina Marco Passera e vola in contropiede a segnare il -9. Hollis segna, aiutandosi col tabellone, il canestro che sigilla il risultato. Finisce 85-96. Brescia espugna il PalaSassi e conferma il suo primato in classifica, ma un plauso va anche alla Bawer che, con la mentalità giusta, ha reso questo testa-coda un match particolarmente equilibrato, soprattutto nei primi tre quarti.

BAWER MATERA – CENTRALE DEL LATTE-AMICA NATURA BRESCIA 85-96

MATERA: Chase 25, Mastrangelo 11, Corral 13, Okoye 16, Cantagalli 6, Rugolo 4, Dagostino n.e., Santarsia, Bertocco, Zaharie 10.

BRESCIA: Passera 10, Fernandez 2, Cittadini 13, Alibegovic 11, Speronello n.e., Holmes 28, Assoni n.e., Toté, Bushati 2, Hollis 30.

Arbitri: Borgo, Gagno, Del Greco

Fotogallery a cura di Roberto Linzalone

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy