Michelle Greco rinnova col Cras

Michelle Greco rinnova col Cras

La maglia numero 20 del Cras, per la stagione 2011-2012, sarà appiccicata addosso a Michelle Greco. I tifosi del club rossoblù, che avevano proposto il ritiro della sua divisa in caso di carriera finita, possono stare sereni: la giocatrice di Santa Monica, la brezza piacevole sul basket, per la settima stagione consecutiva sarà una pedina della formazione tarantina.

BASILE: UNA RAGIONE DI VITA Dopo gli acquisti di Ballardini, Ress e Pascalau, il Cras piazza un affare importante che, alla fine della passata stagione, era stato messo in discussione dal volere di Michelle Greco di chiudere con il basket giocato per approfondire i propri impegni a favore dell’Ucla University che dal 1999 al 2003 l’ha lanciata nel “cielo” del basket internazionale.

“Michelle, dopo aver valutato la nostra proposta ed aver riflettuto sul suo presente in California – spiega il presidente Basile – ci ha detto di sì, anche in anticipo rispetto alle rosee previsioni. Noi, infatti, l’avremmo anche aspettata a gennaio del 2012, ma per Michelle Taranto è come la seconda pelle. Il richiamo resta forte per questa giocatrice dal valore immenso, che ha sempre dimostrato una tecnica peculiare, un valore tattico strategico ed un impegno a favore dei nostri colori sociali. La finale-scudetto contro Schio ne è esempio lampante. Siamo felici ed orgogliosi di aver siglato una nuova intesa contrattuale dalla durata di un anno. Michelle, a metà settembre, si aggregherà al gruppo di Roberto Ricchini, che opererà a Taranto da fine agosto per l’annata 2011-2012”.

247 PARTITE IN ROSSOBLU’ Sei stagioni consecutive con il Cras, con la prossima che sarà la settima e che sino a questo momento “abitava” solo nei sogni più belli dei suoi fans. Michelle Greco è una guardia, nata il 24 marzo del 1980, di Santa Monica. Italo-americana, naturalizzata, per una via della “radice” calabrese familiare, arrivò in Italia nel 2004 grazie al fiuto del coach di Priolo Santino Coppa. La stagione seguente fu l’ultimo acquisto dell’allora Cras del tecnico Nino Molino.

Da allora, gradualmente, la maglia rossoblù si trasformò in una seconda pelle per quell’atleta funambolica come una “gazzella”. La velocità è pioneristica nella sua attitudine sportiva, visto che all’epoca dell’università californiana Ucla (Los Angeles), Michelle cominciò a correre nell’atletica leggera. Poi scoprì l’arte del cesto e cominciò la volata verso la notorietà, che ha avuto il suo sfogo nel Cras, al quale si è legata per il suo stile familiare e professionale.

Tra Italia ed Europa, tra campionato, Europe Cup ed Eurolega, la guardia californiana, ha giocato 247 partite con la maglia rossoblù. In sei stagioni di serie A1 la sua media-partita di punti+rimbalzi+assist è stata di 8,1+3,3+1,9. Di 7,9+2,5+1,8 il trend della stagione 2010-2011, condizionata però da diversi problemi fisici. Quando li ha superati la bella Michelle ha alzato il suo ritmo contribuendo all’assalto del Cras al Famila Schio, che l’ha spuntata a gara-5 della finale-scudetto. La media ottenuta dalla cestista nei playoff, pari a 10,1 punti, 4 rimbalzi e 1,6 assist, dimostrano che quando è in salute, l’esterna peperina è capace di bruciare le difese, anche quelle più fitte. Di 20 punti, firmati nella terza finale-scudetto con le “arancioni”, è il suo “high” della stagione 2010-2011.

Importante il contributo di Greco anche in Europa. In 5 annate, tra Eurolega e Europe Cup, la sua media-partita col Cras è di 7,6 punti, 2,8 rimbalzi e 2,5 assist. Ora questi numeri sono in archivio. Michelle Greco ha deciso di ravvivarli in nome del suo amore per il Cras e per Taranto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy