Ostuni batte Treviglio: ora sotto con Trapani!

Ostuni batte Treviglio: ora sotto con Trapani!

Eppure quanta paura aleggiava nel Palazzetto, prima della partita, questa sera. Il risultato di domenica sera a Treviglio, quando l’ASSI ha concesso a Treviglio di recuperare ben 20 punti e di farsi sopravanzare nei minuti finali, pesava nelle teste e nei cuori dei magnifici tifosi ostunesi. Perché quel recupero? Perché una squadra esperta e forte non riesce a portare a termine una partita che si era messa più che bene? La paura di non farcela! Ma Mimmo Morena in sala stampa è stato bravo a rispondere a tutte questa domande: “ E’ da inizio stagione che tanta gente ci vede cotti. Tutta questa gente oggi è a casa a vedersi le partite in poltrona. Noi siamo qui sul campo e ci apprestiamo a vivere una finale. E il solo fatto di esserci è una iniezione di energia che ti fa dimenticare la fatica”. Allora che è successo stasera per ribaltare le due sconfitte di Treviglio? Riempi un palazzetto in ogni angolo di gente entusiasta e capace di infondere forza e coraggio. Metti in campo dieci giocatori concentrati che sanno che possono battere Treviglio solo se riusciranno a difendere alla morte, a non lasciare spazi ai Marino, ai Reati, ai Vitale; a non lasciare un rimbalzo a Borra o a Zanella. E quello che sanno lo applicano alla lettera. Poi ci metti Giovanni Putignano che avrà studiato e previsto ogni fase della partita, partendo dagli errori di Treviglio. Si parte e l’ASSI fa il vuoto. Su i primi 11 punti, 3 triple di fila di Morena, M. Gigena e Tommasini. Dopo 4’ il punteggio è 14 a 5. Si prosegue per tutto il primo quarto. Mimmo Morena, che sa interpretare lo spirito delle partite, commette subito 3 falli. E’ fuori , sostituito da S. Gigena. Ma si va avanti. Ad un certo punto il punteggio è 23 a 7 e il primo quarto si conclude con il 29 a 14. Ma Treviglio è la squadra delle rimonte. Balena la storia del turno con Piacenza con la rimonta e la vittoria finale contro la favorita Piacenza. E Treviglio non si smentisce nel secondo quarto. Castelli fa 5 punti e Borra 2. Lo svantaggio trevigliese si accorcia a 10 punti. Risponde M. Gigena con 4 punti consecutivi, ma ora si lotta con armi pari. Treviglio è ancora lì a voler guastare la festa. E’ Castelli a concretizzare. A due minuti dalla fine del secondo quarto una tripla di Vitale e un canestro di De Min portano il Treviglio a solo 5 punti dall’Ostuni, 39 a 34. Si ripete la storia dell’ultima domenica a Treviglio? No! Si ripeterà la trama della seconda partita disputata ad Ostuni. Ostuni si porta a 9 punti con Ruggiero e S. Gigena e si rimanda l’epilogo al terzo periodo. In soli 5’ l’ASSI segna 13 punti Treviglio 0.Il vantaggio si fa largo, 56 a 34. In questi primi 5’ del terzo tempo, le maglie in difesa ostunese si stringono. Il pubblico esulta per ogni rimbalzo difensivo dei giallo blu più di un canestro realizzato. Il Palazzetto dello sport si fa una bolgia. La partita si vince ora. Il tempo si chiude sul 62 a 45 grazie all’ultimo canestro di Borra. Morena esordisce nell’ultimo periodo con una tripla e la partita scivola verso la fine. Dopo l’ennesimo recupero, seppur parziale, di Treviglio, Circosta con una sua tripla riporta il vantaggio a 20 punti. Non rimane che festeggiare e aspettare questa prossima finale con l’orgoglio di una Società, di una tifoseria, di una città, di una squadra che sanno di aver scritto una nuova e importante storia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy