Piacenza occasione sprecata, un’ottima Treviglio espugna il PalAnguissola e riapre la serie

Piacenza occasione sprecata, un’ottima Treviglio espugna il PalAnguissola e riapre la serie

Proprio i rimbalzi possono essere per l’allenatore piacentino una delle chiavi di lettura della sconfitta di stasera perchè se nella prima partita Piacenza aveva dominato sotto i tabelloni, in gara 2 a fare la voce grossa è stata la Co.Mark, capace di catturare ben 41 rimbalzi totali. Note liete per Piacenza le prove di un sempre più positivo Rizzitiello e di un ritrovato Trapella (partito in quintetto) e soprattutto il ritorno in campo dopo oltre cinque mesi di assenza di Federico Bolzonella finalmente abile e arruolato e autore di 12 punti in 22 minuti di impiego.

Ora è già tempo di voltare pagina e pensare a gara 3 che cambierà scenario e si giocherà venerdì alle ore 21.00 al Pala Facchetti di Treviglio.

 Copra Morpho Bakery Piacenza – Co.Mark Treviglio 70-80 (17-22, 17-20, 20-16, 16-22)

 PIACENZA: Cazzaniga 4, Bolzonella 12, Antozzi, Passera 15, Plateo , Trapella 5, Rizzitiello 19, Cornacchione, Scarone 12, Loschi 3. All. Piazza Note: Tiri da 2: 15/31 (41%) tiri da tre: 8/24 (33%) tiri totali 23/61 (38%) tiri liberi: 16/23 (70%)

 TREVIGLIO: Reati 12, Marulli, Planezio 5, Borra 6, Milani 7, Marino 8, Zanella 11, Gotti, De Min 10, Castelli 6, Vitale 15, All. Lottici Note: Tiri da 2: 16/36 (44%) tiri da tre: 12/29 (41%) tiri totali 28/65 (43%) tiri liberi: 12/18 (67%)

 La partita:

QUINTETTO PIACENZA: Passera, Scarone, Rizzitiello, Trapella, Cazzaniga

QUINTETTO TREVIGLIO: Marino, Reati, Planezio, Zanella, De Min

PRIMO QUARTO: Pubblico anche stavolta numeroso, sia da parte dei sostenitori di Piacenza che di Treviglio, ma stavolta le cose che saltano subito all’occhio, oltre alle sempre bellissime coreografie, sono due: una è Riccardo Perego seduto in borghese sugli spalti, l’altra è Federico Bolzonella finalmente pronto a calcare di nuovo il parquet a distanza di 5 mesi dal brutto infortunio al ginocchio. Si comincia e la Copra Morpho Bakery schiaccia subito sull’acceleratore producendo grazie al duo Rizzitiello-Passera un break iniziale di 8-2. Le brutte notizie per Treviglio non finiscono però qui perchè Tommaso Marino è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per un problema alla caviglia.. Fortunatamente per lui e per la Co.Mark sarà in grado di tornare a giocare dopo pochi minuti. Intanto in campo Planezio e Reati ricuciono lo strappo e danno addirittura il primo vantaggio agli ospiti. Il parziale si chiude sul punteggio di 17-22 per Treviglio.

SECONDO QUARTO: Alla ripresa delle ostilità coach Piazza schiera un quintetto inedito composto da Loschi, Cornacchione, Bolzonella, Plateo e Trapella nel tentativo di ribaltare la situazione, ma purtroppo la giocata estrosa stavolta non dà i frutti sperati perchè Treviglio, con la prepotente schiacciata di Borra arriva toccare il + 10. La partita si incattivisce e tra Scarone e Reati volano scintille, tanto che al giocatore della formazione ospite verrà fischiato un fallo tecnico. Tutto questo serve a scuotere Piacenza dal torpore, che in un amen con le bombe di Loschi e Scarone, si riporta a contatto sul 27-30. Gli arbitri (in serata pessima) diventano poi ancor più protagonisti quando negano un canestro più che valido all’italo-argentino di Piacenza che costa un tecnico alla panchina di casa per le successive proteste. Ci pensa poi un grande Vitale a mandare tutti al riposo lungo sul 34-42

TERZO QUARTO: Al rientro sul parquet la musica non sembra cambiare, anzi se possibile Treviglio gioca anche meglio riuscendo a fare male ogniqualvolta si affaccia nella metà campo biancorossa. Si arriva anche a toccare il meno 13, ma in quel momento Bolzonella decide di mettersi in proprio e come per magia Piacenza è di nuovo lì attaccata al match con le unghie e con i denti a sole 5 lunghezze di distanza. Ci pensa poi uno straordinario Trapella a riaprire completamente la contesa siglando il canestro del meno 3 e subendo pure fallo. Si viaggia a braccetto ora, chiama Milani risponde Rizzitiello, ma purtroppo per Piacenza è il primo ad avere l’ultima parola con la bomba che chiude il quarto sul 54-58 per la Co.Mark.

QUARTO QUARTO: L’ultimo periodo si apre come era finito quello precedente, cioè con una serie di botta e risposta immediati da una parte e dall’altra. Nessuno vuole mollare l’osso, ma Terviglio ne ha di più e con l’uomo dei controbreak Vitale (uno che sa tirare davvero bene) e con Reati spegne ogni residue velleità di rimonta dei padroni di casa. Il tempo scorre inesorabile e anzi più passa più il vantaggio della Co.Mark aumenta per effetto dei tiri liberi di cui può usufruire in abbondanza. Finisce 70-80, per una volta niente supplementari,peccato..

Cosi Paolo Piazza: “Bisogna riconoscere i meriti degli avversari. Treviglio ha disputato un’ottima partita sia dal punto di vista del gioco che della distribuzione del minutaggio dato ad ogni singolo giocatore. Noi siamo partiti bene, ma non siamo stati in grado di mantenere il vantaggio e anzi siamo stati subito superati. Da li in poi loro hanno sempre trovato tiri decisivi per rompere la nostra risalita, e se a ciò aggiungiamo anche tutti i fischi contrari alla nostra panchina nei momenti importanti, capite che diventa difficile vincere. Ci siamo trovati senza Perego, una situazione sfavorevole perché quello è un giocatore che non ha alter-ego nel suo ruolo, è l’unico che lo interpreta cosi. La sua assenza si è fatta sentire, però sono felice di registrare il rientro di Bolzonella, la vera nota positiva di tutta la serata. Il suo contributo è stato fondamentale. Adesso andiamo a Treviglio e la pressione passerà sulle spalle della Co.Mark, che dovrà provare a confermarsi davanti ad un palazzetto gremito. Vedremo come riusciranno a gestire la situazione.”

PAGELLE:

PASSERA 7- : Il veloce ricciolino pure stasera fa ammattire i difensori di Treviglio anche se per usare un eufemismo, non brilla certo per precisione al tiro (5 su 14 dal campo!). E’ bravissimo però ad aprire la difesa ospite e a caricare di falli gli avversari anche se non capisco perchè alla fine, sotto di 8 e con il bonus falli raggiunto, rinunci a lanciarsi in penetrazione, ma anzi si metta a palleggiare ripetutamente perdendo tempo prezioso. È difficile da capire, direi quasi CRIPTICO

SCARONE 6: 12 punti per lui non mi fanno andare oltre la sufficienza, il perchè è presto detto: 2 su 14 al tiro, si 2 su 14, avete letto bene di German Scarone credo sia il suo record negativo; cioè dai parliamoci chiaro, fa meglio un mio amico buttando le palline di carta nel cestino! Detta questa cruda realtà gli do sei e anche qui vi spiego perchè: è l’anima della squadra anche se in giornata no, stavolta si lancia molto di più nel pitturato (che mi abbia ascoltato?), e infine lotta sempre tenendo testa al baldanzoso Reati. Tirando le somme sono sicuro sia lui il primo a sapere che deve fare meglio e non credo abbia bisogno di consigli da me. Solo POLVERI BAGNATE (dedico questa pagella al mio amico Manu)

RIZZITIELLO 8: Oltre alla sconfitta la cosa che mi fa più male è che ormai ero rassegnato all’idea di fare una pagella senza uno straccio di frase negativa all’Ammiraglio vista la bellissima prova messa in campo da Nelson. E invece abbiamo perso quindi è anche colpa sua! Scherzi a parte lui la sua parte l’ha fatta alla grande e ho visto nei suoi occhi a fine partita la voglia di giocare subito, di riportare in vantaggio la squadra ed è questa la cosa che più mi è piaciuta di ieri. Poi va beh se si vinceva avrei dovuto fargli troppi complimenti, mi limiterò a dire BRAVO!

CAZZANIGA 5: Nota dolentissima nella notte piacentina. Cosa succede al Cazza? In questi Playoff non risulta essere un fattore determinante, è molle, quasi sfiduciato. Spezzo una lancia in suo favore dicendo che stasera non gli hanno fischiato un fallo che fosse uno,però va recuperato assolutamente perchè a mio avviso se Piacenza vuole vincere la serie, devono essere i suoi lunghi a fare la differenza. Cazza se ci sei DACCI UN SEGNO!

TRAPELLA 8: Investito per la prima volta dei galloni da titolare risponde con una prova con la P maiuscola; lotta come un leone sotto le plance, sgomita, prende sempre la giusta posizione, ma soprattutto arpiona ben 13 rimbalzi di cui 5 offensivi! Avanti così UOMO-PIOVRA!

BOLZONELLA 7,5: Se mi gioca così la prima partita dopo 5 mesi e fossi in quelli di Treviglio starei ben attento al Bolzo perchè è vero che se le gambe e le idee ancora non girano come ai bei tempi lui ha una voglia matta di far vedere quello che sa fare.Tipo stasera 12 punti in 20 minuti scarsi e tanta sostanza; ci sarà bisogno anche di lui per vincere questa serie. RESUSCITATO!

PLATEO 5: Mi ero scommesso che sarebbe stato il man of the match.Ok anche i migliori si sbagliano, ma Tommy stasera non ha fatto davvero nulla per farmi vincere la scommessa. E mi dispiace perchè in stagione abbiamo visto cosa è capace di fare se sfrutta il suo talento (tipo la gara di andata con Torino dove ha trascinato Piacenza alla vittoria). Purtroppo stasera era IL CAVALLO PERDENTE

LOSCHI 5,5: Fede che rinuncia ad una tripla non è una cosa normale. Che senta troppa pressione? In fondo se non si fida del suo marchio di fabbrica vuol dire che qualche cosa che non va c’è. Dov’è finita la sfacciataggine con cui entrava in campo e creava quel divertente ma anche utilissimo casino? E poi era troppo bello esultare con lui ai suoi canestri! Per favore TORNA A CASA LESSIE!

CORNACCHIONE s.v

ANTOZZI n.e

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy