Primo stop casalingo per Perugia che mantiene comunque la vetta

Primo stop casalingo per Perugia che mantiene comunque la vetta

Commenta per primo!

Liomatic Perugia vs Bitumcalor Trento 71 – 82 (15-13; 22-26; 16-18; 18-25)

Arbitri: Vaccarini di La Spezia & D’Amato di Roma

Liomatic Perugia: Chiatti 11; Musso 29; Caroldi; Pazzi 2; Baldi Rossi 7; Santantonio; Giovagnoli; Carenza 14; Derraa 4, Bonamente 4. All. Paolini

Bitumcalor Trento: Giroli 2; Conte 19; Natali 6; Benevelli 14; Spanghero 6; Fiorito; Zivic 8; Tobaldi; Gandini 5; Forray 22. All. Buscaglia

Il pubblico delle grande occasioni accoglie la supersfida di vertice tra la Liomatic Perugia e la Bitumcalor Trento, prima dell’inizio delle ostilità il capitano dei grifoni, Bonamente, viene omaggiato, per il suo compleanno, da parte della Associazione Sostenitori Perugia Basket. Squadre che passano gran parte delle fasi iniziali a studiarsi e il punteggio rimane sempre in equilibrio, i grifoni sbloccano prima con Musso e poi con Chiatti (11 punti totali con 5/7 ai liberi e 4 palle recuperate) dalla lunetta portandosi a +4, Trento non ci sta e Conte accorcia realizzando una tripla. Alta intensità di gioco e squadre che si rispondono canestro dopo canestro, il primo quarto si conclude sul punteggio di 15 a 13 per Perugia. Zivic agguanta il pareggio segnando dalla linea dei 6 e 75, Baldi Rossi (7 punti totali con 5 rimbalzi e 2 palle recuperate) ristabilisce le distanze dalla lunetta e Musso allunga a +5 infilando una bomba. La Bitumcalor però rimane in scia grazie a tre liberi di Spanghero e trova successivamente il primo vantaggio con Benevelli (14 punti con 7/12 al tiro e 10 rimbalzi) che realizza da sotto quando siamo a metà della seconda frazione. Gli umbri provano a reagire ma gli ospiti si portano anche a +7, Musso (29 punti con 6/10 da tre, 5 rimbalzi e 5 palle recuperate per una valutazione di +33) realizza la sua quarta tripla del match e Bonamente accorcia a -2, sul finire di tempo prima Forray e poi il neo-acquisto Derraa realizzano due punti a testa lasciando immutato il divario, si va al riposo sul punteggio di 37 a 39 per i trentini.

La partita riprende con la stessa intensità con cui era iniziata, i grifoni riescono a tornare in vantaggio impattando prima con un gioco da tre punti di Carenza (14 punti totali con 3/5 da due e il 100% ai liberi, 5 rimbalzi e 4 palle recuperate) e poi andando sopra con un’altra bomba di Musso, la replica degli ospiti arriva con Conte (19 punti con 5/9 da tre) che riporta le squadre in parità. Si lotta su tutti i palloni e la Bitumcalor riesce a chiudere il terzo tempo sopra di 4 punti grazie ai liberi di Forray (22 punti con 9/13 da due e 8 rimbalzi) e Gandini. Gli ospiti aumentano la pressione difensiva e mantenendo lucidità in attacco allungano fino al massimo vantaggio di +13. Perugia non demorde e sostenuta da un grande tifo cerca di rientrare in partita, si riavvicina fino al -6 ma gli ospiti rimangono concentrati e riescono ad espugnare per la prima volta in campionato il Palaevangelisti, Trento batte Perugia 82 a 71. Nonostante la sconfitta la Liomatic mantiene il primo posto in classifica, raggiunta però da Piacenza, vincente su Omegna, nel frattempo Brescia e appunto Trento accorciano portandosi a 34 punti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy