Rieti cade in casa, PalaSojourner terreno di conquista anche per Ruvo

Rieti cade in casa, PalaSojourner terreno di conquista anche per Ruvo

L’inizio è schoccante per i padroni di casa e i propri tifosi, Pilotti Zerini e Bonacini servono lo 0-10 iniziale,Antrops con la tripla sembra fermare l’emorragia ma si vede subito che i reatini non sono in partita,l’onda ruvese non si ferma arrivando sul 14-3 con Becerra che mette dall’arco la 2° tripla, l’unico acuto della sua oscura e scialba partita. Ma non è il solo Becerra ad essere fuori partita, Virgilio e Tessitore fanno girare poco e male la palla e il risultato è che all’8° uno scatenato Ihedioha mette la tripla del 22-6, Zambon ci prova a tenere su i suoi ma il punteggio alla fine del 1° quarto lascia poco spazio ai commenti alle recriminazioni e alle speranze dei locali, 10-26.
Ci si attendeva un Ruvo un pò stanco e in disarmo,invece i ragazzi di coach Cadeo appaiono in splendida forma fisica e psicologica, pressano in continuazione a tutto campo mandando in confusione i portatori di palla reatini, e sono molto precisi in attacco con la palla che gira ottimamente, Cadeo fa ruotare quasi tutti i suoi uomini ottenendo da tutti valide risposte. Nel 2°Q Lestini (foto) e Anselmi provano a mettere un po di grinta ed energia a Rieti, che inizia a ribattere colpo su colpo agli ospiti,che tirano con ottime percentuali. Antrops mette la tripla del 20-33 poi tocca a Lestini il libero che sembra rimettere in partita Rieti sul 23-33. Il pubblico si infervora,anche per alcune decisioni arbitrali ritenute errate, ma ci pensano subito Pilotti e Provenzano dall’arco sulla sirena dei 24″ a ristabilire le giuste distanze. Anselmi giustifica l’ampio minutaggio odierno datogli da Griffin e, con canestri rimbalzi e difesa, da il suo contributo. Ma Ruvo è più squadra, respinge tutti i tentativi di rimonta reatini soprattutto grazie ad un ispiratissimo Ihedioha Che segna i liberi del 25-42 e Ruvo va all’intervallo lungo sul 27-44.
Partita virtualmente in ghiacciaia, i giovani ruvesi sono sempre sul pezzo e in difesa non mollano 1 centimetro, anche a costo di caricarsi di falli, ma Rieti non sembra avere le armi per impensierire gli ospiti che vogliono difendere con le unghie e con i denti la propria posizione nei play off. Dopo l’ennesima palla persa esce un pessimo Tessitore subissato dai fischi dei suoi tifosi, ma cambia poco,Modica firma il massimo vantaggio Ruvo sul 29-48, Lestini (sicuramente il migliore dei suoi) ci prova da 3 ma Pilotti gli restituisce subito pan per focaccia, Rieti ci prova ma ogni tentativo è sistematicamente rintuzzato dalle triple ospiti.Anselmi sembra essere un fattore di questa partita, l’arma a sorpresa che potrebbe far saltare il banco, con 6 punti recuperi rimbalzi e schiacciate, ma il giovane reatino è assecondato solo da Lestini che schiaccia nel cesto la palla del -11 sul 40-51. Il pubblico comincia a crederci,ma Ruvo, che si era un pò rilassata, ripigia sull’accelleratore riportandosi sul 42-56 con la tripla del giovane coloured nativo di Massa. Lestini non ci sta,ma il punto esclamativo sul match è di Provenzano con un’incredibile tripla da 9 metri. Vista la totale assenza al tiro del backcourt reatino tutto è caricato sulle spalle di Lestini e Zambon che riportano Rieti sul 48-59,ma ogni volta che sembra esserci un avvicinamento arriva sempre puntule la risposta pugliese con Pilotti che mette un’altra incredibile e fortunosissima tripla sulla sirena del 3°Q.
Rieti non sta giocando per nulla bene,ma non si può certo dire che sia fortunata,al contrario dei pugliesi che sembrano in una di quelle serate dove sembra entri tutto.La partita sembra chiudersi definitivamente sul tap in di uno scatenato Ihedioha, sicuramente il migliore in campo,per il 50-67 al 32°, sul resto c’è poco da scrivere, molti errori da entrambe le parti,Antrops da un canestro di speranza sul 54-67 al 34° ma risponde Modica con la tripla a fil di sirena dei 24″ e non c’è più partita, si procede svogliatamente fino alla sirena finale che sancisce la vittoria dell’Adriatica Industriale Ruvo di Puglia per 62-74, con un pubblico che lascia il PalaSojourner senza neanche più la forza di contestare. Ma i risultati odierni danno ancora fiducia alla compagine reatina,che è sempre 10° e andrà a giocarsi una posizione nei play out  ed evitare la retrocessione diretta nelle prossime 2 durissime trasferte a Bisceglie e Massafra, Ruvo invece mantiene la sua 3° posizione e domenica prossima ospiterà Potenza.
Nelle file ospiti MVP, come già detto, l’atleticissimo Ihedioha,ma tutti hanno dato il loro contributo, anche il giovane Merletto, solo Bonfiglio un po impreciso nel tiro dall’arco.
Tra le file reatine da salvare solo il giovane Anselmi, autore di una energica e pregevole prestazione, davvero incoraggiante. Bene anche Lestini, che col salire della condizione vede salire il suo minutaggio e le sue prestazioni, oggi top scorer del match con 17 punti. Solita prestazione solida di Capitan Zambon,limitato da un piccolo infortunio di venerdi ma comunque autore di 10 pts e 8r, sufficente Antrops,almeno in fase offensiva , mentre meglio stendere un velo pietoso su tutti gli altri

 

Ircop Rieti – Adriatica Industriale Ruvo 62-74 (10-26, 17-18, 21-18, 14-12)
 
Tabellini
Sebastiani Itrcop Rieti : Zambon 10 (5/6) 8r 16v – Virgilio 4p 3r 4a – Antrops 12p (2/2 da 3) 5r – Becerra 3p (1/5) 3pp -4v – Tessitore (0/1) 4pp -5v – Anselmi 13p (5/12) 5r 3pr 16v – Lestini 17 (2/6 da 3) 3r 5pr 7fs 21v – Dri 3 (0/4) -2v – Delle Cave – Rambaldi ne

Adriatica Industriale Ruvo di Puglia : Bonfiglio 9p (0/4 da 3) 7fs 5a – Modica 9p (4/4) 3r – Pilotti 14p (3/6 da 3) 3r – Zerini 9p (1/4 da 3) 5r – Bonacini 7p (2/5) – Provenzano 10p (3/4 da 3) 13v – Ihedioha 14p (2/2 da 3) 5r 13v – Merletto 2 – Di Salvia – Marzoli

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy