Cremona-Brindisi, la sala stampa: le parole di Pancotto e Sacchetti

Cremona-Brindisi, la sala stampa: le parole di Pancotto e Sacchetti

le parole espresse dai coach di Vanoli ed Enel in sala stampa

Commenta per primo!

Cesare Pancotto analizza così la sconfitta della sua Cremona: “E’ stata una brutta sconfitta. Non abbiamo attenuanti a partire dal sottoscritto. C’è poco da parlare di tecnica, break o altro. Più corretto ribellarsi a questa situazione, ribellione che deve venire da dentro. Un senso di ribellione che deve venire dalla volontà. I break ed i contro break li facciamo anche noi. Ma se poi subisci canestri da tre consecutivi senza fermarli, è chiaro che l’utilità dei breaks sfuma. Ed è altrettanto chiaro che bisogna fare qualcosa per fermarli. Strutturalmente stiamo costruendo una leadership di squadra. Non è una colpa non averla ancora appieno, ma una realtà. Fatto salvo ciò, dobbiamo mordere la caviglia all’avversario. In attacco dobbiamo muovere velocemente la palla. Abbiamo mostrato di riuscire in questo, ma solo a sprazzi, senza continuità”.

Meo Sacchetti al contrario analizza la vittoria della sua Brindisi: è stata una partita strana fatta di tanti momenti positivi ma anche di tanti negativi. Bene finalmente a livello difensivo anche in trasferta. Ci tenevamo a vincere la prima partita fuori casa, dopo avere vinto bene contro Torino. Ora vedremo di definire la situazione di Moore e spero che avere dato minuti a Spanghero possa servire a sbloccarlo. Donzelli ha ripreso ad allenarsi dopo alcune difficoltà fisiche, lo spazio è poco, ma è un ragazzo dotato di talento e che lavora bene”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy