Brindisi: Zerini firma un contratto biennale, altre novità dal mercato

Brindisi: Zerini firma un contratto biennale, altre novità dal mercato

Commenta per primo!

Come riportato da Agenda Brindisi sulla pagina Facebook, Andrea Zerini ha deciso di rimanere a Brindisi, a quanto pare ha firmato un contratto biennale a cifre più basse del contratto annuale offerto da Varese. L’Enel Brindisi quindi vince la concorrenza di diverse squadre di LegaA che tanto l’avevano corteggiato. La prossima stagione sarà la sua quinta a Brindisi e probabilmente, la maglia di capitano andrà proprio a lui. Dal mercato arrivano altre novità, sembra che Marco Cardillo abbia firmato un contratto annuale, da capire se sarà il 10° o l’11° uomo, perchè secondo quanto scritto da il Quotidiano quest’oggi, è sempre nel mirino Erik Lombardi, ala 22enne attualmente sotto contratto con l’Angelico Biella. Sul fronte stranieri, i tempi di recupero di Cedric Simmons sembrerebbero più lunghi del previsto e per questo, da quanto scritto da il Quotidiano, il pivot nigeriano 30enne “giramondo”, Ekene Ibekwe, sarebbe molto vicino all’accordo con la squadra pugliese. Nella scorsa stagione ha giocato in Australia segnando 11 punti e raccogliendo 7 rimbalzi a partita, e in Portorico segnando 9,3 punti e raccogliendo 6,4 rimbalzi a partita. Sempre calde le pista Mychel Thompson, ala piccola tiratrice con passaporto delle Bahamas (quindi cotonou) classe 88, quest’anno ha vinto la D-League con i Santa Cruz Warriors (14,2 punti di media, 3,4 rimbalzi, 2,1 assist e 1,2 palloni recuperati in 30,1 minuti di utilizzo), e quella di Youssou Ndoye, pivot senegalese (cotonou) 23enne, uscito quest’anno dal college St.Bonaventure con buoni numeri, 11.8 punti, 10.1 rimbalzi a partita. Già visto da Giuliani durante il PIT, durante un’intervista concessa a Basketinside queste furono le sue dichiarazioni: Quali sono i giocatori che hanno maggiormente impressionato?Tra gli esterni sicuramente DJ Newbill e D’Angelo Harrison, mentre tra i lunghi il “ripescato” Darion Atkins e Yossou Ndoye, che essendo cotonou, ha doppia valenza per il campionato italiano. Poi devi conoscere tutto del ragazzo la sua storia personale, la famiglia, il college da dove arriva, per capire se potrà incastrarsi nel puzzle della tua squadra, molte squadre NBA, usano veri e propri investigatori privati per scavare nella vita dei loro futuri giocatori“. Chi potrebbe ben figurare in Italia?Tutti o quasi hanno l’atletismo e molti la tecnica per stare in Italia, spesso dipende dal contesto nel quale si ritrovano, ricordiamo che sono giovani studenti non abituati a stare 10 mesi lontano da casa, ad allenarsi 2 volte al giorno da agosto a maggio/giugno. In Italia negli ultimi anni le regole hanno portato a seguire con più attenzione i cotonou, quindi sicuramente i vari Ndoye , Drame, Ndour ecc. , hanno più possibilità di giocare in Italia e/o in Europa“. Inoltre vogliamo riportare il saluto di Massimo Bulleri a Brindisi, come scritto sul sito della New Basket Brindisi: «Ci sono pochi posti in Italia, probabilmente nessuno, dove si vive la pallacanestro visceralmente come si fa a Brindisi. Una passione a 360 gradi che dura veramente tutto l’anno: averla vissuta, anche da capitano, è una delle più grandi soddisfazioni della mia carriera. Posso solo essere infinitamente grato a chi mi ha dato questa possibilità. Auguro a Brindisi e alla sua gente il meglio del meglio e ci tengo a salutare tutti con la più semplice ma allo stesso tempo efficace delle parole: grazie!». Ecco un pò di video presi da Youtube: Ekene Ibekwe Mychel Thompson Youssou Ndoye  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy