Cantù, salutato Lawal diretto a Sassari. Jasaitis il nome nuovo

Cantù, salutato Lawal diretto a Sassari. Jasaitis il nome nuovo

Sondaggi in corso con l’ala pesarese.

Non c’è pace in casa canturina dopo le cinque sconfitte consecutive, l’ultima delle quali subita in casa contro Torino. Attorno al club brianzolo la situazione è davvero infuocata: di ieri infatti la rescissione consensuale con il pivot Gani Lawal, ormai prossimo sposo di Sassari. Un addio inatteso, per quanto il nigeriano non abbia mai convinto e dopo un discreto avvio di campionato, il suo rendimento è vertiginosamente calato mettendo in risalto l’incompatibilità con Johnson sotto i tabelloni. La Red October si ritrova così ancora più decimata nel reparto lunghi dove è in attesa di rinforzi da ormai tre settimane dopo la partenza di Travis verso Strasburgo. Una situazione non facile a cui s’aggiunge la condizione non ottimale di Callahan e il mai utilizzato Quaglia, che rendono il reparto tra i più “poveri” dell’intero campionato.

Cantù è quindi prepotentemente sul mercato alla ricerca di un elemento da inserire in rosa già prima della sfida di Sabato sera, quando la squadra della presidentessa Irina Gerasimenko sarà attesa a Masnago dall’Openjobmetis in quello che si preannuncia come il derby più drammatico del recente passato. Nelle ultime ore pare sia stato fatto un sondaggio con Pesaro per il lituano Simas Jasaitis (5.1 pt, 3.2rb in 22′), con i marchigiani che avrebbero però fatto muro, almeno per ora, vista la medesima situazione di difficoltà in classifica. Va anche detto che l’ex Capo d’Orlando non ha per nulla brillato in questo avvio di stagione rispetto il giocatore ammirato lo scorso anno in Sicilia. Un ragionamento che sicuramente sarà stato fatto anche dalla dirigenza biancoblu, che deve scontrarsi tra la fretta di rinforzare il roster e la consapevolezza dei 3 tesseramenti (con 2 visti) rimasti.

Ma non finisce qui. Nelle ultime ore è spuntato un tweet di uno dei più illustri esperti di mercato David Pick, secondo cui coach Kurtinaitis sarebbe pronto a rescindere il contratto biennale entro Venerdì, lasciando libera la panchina. Una notizia da prendere con le molle, dopo che la stessa Irina Gerasimenko neanche 24 ore prima sul quotidiano “La Provincia” aveva ribadito la conferma del proprio allenatore.

pickkurt

Una situazione che potrebbe portare Kirill Bolshakov, attuale vice di Kurtinaitis e allenatore in passato di Dmitry Gerasimenko, a prenderne il posto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy