….. e se Hawkins tornasse a Roma?

….. e se Hawkins tornasse a Roma?

Commenta per primo!

 

 

Al momento potrebbe sembrare un nome  buttato lì, ma il ritorno di David Hawkins nella capitale potrebbe essere il nome giusto per riaccendere il calore e la passione dei tifosi romani. Proprio quei tifosi, che comunque negli ultimi tre anni hanno accolto sempre con fischi assordanti i ritorni al PalaEur del “falco” nelle ultime tre stagioni con le maglie delle arcirivali di Siena e Milano,quegli stessi tifosi che non hanno mai perdonato alla possente guardi statunitense l’abbandono della causa giallorossa. Sicuramente, però, il popolo romano sarebbe disposto a perdonare il buon David a patto di rivederlo con la casacca giallorossa. Riacceso l’entusiasmo dei tifosi, Hawkins allo stesso tempo potrebbe essere l’uomo giusto per affidare i galloni del leader del gruppo di Lardo. Roster romano che avendo perso la leadership storica del vecchio capitano Tonolli e altri personaggi dalla lunga militanza in giallorosso quali Giachetti e Gigli avrebbe il disperato bisogno di forti personalità ed elementi che già conoscono l’ambiente romano all’interno del proprio spogliatoio. Questi requisiti appartengono sicuramente al bagaglio del giocatore ex Temple. Al momento lo statunitense chiuso il suo rapporto con Milano è libero, parcheggiato sul mercato in attesa dell’offerta giusta, chissà la proposta di rilanciarsi con la sua vecchia maglia potrebbe stimolarlo per un clamoroso ritorno. Ulteriori ostacoli al ritorno del falco a Roma saranno l’alto ingaggio dell’americano per una società ridimensionata dal punto di vista economico, ed un rapporto tutto da risanare con il presidente Toti; rapporto inclinato al momento del passaggio di Hawkins a Milano tre estati fa. Tutti ostacoli da oltrepassare per rivedere spiccare il volo del falco sulle tavole del PalaTiziano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy