Milano sfoglia la margherita, Dunston e Moss nel mirino

Milano sfoglia la margherita, Dunston e Moss nel mirino

In attesa del nuovo coach, che sarà annunciato entro 10 giorni, Milano si prepara alla solita estate di caccia grossa, pronta a mettere mano ad un portafoglio tutt’altro che vuoto.

Si riparte quindi da zero, iniziando dalla cabina di regia dove ci sarà una rivoluzione totale: via Marques Green, Bremer , Giachetti e Stipcevic. Il debole tentativo per Mike Green, che ormai ha messo in valigia solo vestiti pesanti per trasferirsi in Russia (o al massimo in Germania), si è già arenato con il giocatore che non ha considerando l’interesse dell’Olimpia, il sembrava più che altro legato al possibile arrivo di Vitucci (poi finito ad Avellino). Si potrebbe invece aprire una pista che porta a Stefano Gentile (cercato anche da Venezia e Cantù) che a Milano potrebbe completare l’accoppiata con il fratello.

Più forte invece il pressing su Dunston, in attesa di sciogliere il nodo Bourousis (con Radosevic già confermato); il sogno dell’ormai ex centro di Varese è quello di provare il salto oltre oceano, ma le offerte che gli stanno arrivando (soprattutto quelle europee, vedi Barcellona), potrebbero convincerlo a farlo rimanere nel nostro continente e Milano vuole tenere aperta anche questa porta.

Con Gentile e Melli inamovibili e Fotsis che saluta, si valutano le posizioni di Langford e Hairston: possibile che uno dei due parta, soprattutto nel caso di un arrivo di David Moss, anche se al momento, con Siena impegnata nella finale Scudetto, è assai improbabile. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy