Reyer Venezia, Tonut: “Soddisfatto della mia scelta, ringrazio Dalmasson”

Reyer Venezia, Tonut: “Soddisfatto della mia scelta, ringrazio Dalmasson”

Commenta per primo!

Ieri pomeriggio è andata in scena presso il Palasport Taliercio la conferenza stampa di presentazione di Stefano Tonut, nuovo acquisto dell’ambiziosa Umana Reyer.
Queste le dichiarazioni raccolte da “Il Gazzettino”:

Il giovane 22enne non ha nascosto la sua emozione nell’essere approdato in una società come quella lagunare che vuole puntare a fare bene e migliorare i risultati della scorsa stagione (eliminazione in semifinale playoff ndr). “Sono convinto di aver preso la decisione giusta quando ho accettato l’offerta della Reyer. E’ chiaro che avendo scelto di giocare in una squadra con così tanti campioni ho messo in conto il fatto che i minuti in campo me li dovrò guadagnare e sudare, ma va benissimo così. Confrontarmi ogni giorno con giocatori di primissimo piano aiuterà senza dubbio la mia crescita. Darò il massimo per essere all’altezza e non vedo l’ora di iniziare».

Per la guardia 22enne si tratterà dell’esordio nella massima serie: «Mi aspetto di essere costante, di garantire insomma sempre un buon standard di rendimento come sono riuscito a fare a Trieste. Essere utile alla squadra, pensare al gruppo, lavorare duro e migliorare».

Tonut ha confidato di avere un modello di riferimento: «Non m’ispiro a nessuno, anche se mi è sempre piaciuto Alessandro Gentile, il suo modo di giocare, il carattere e la voglia che mette ogni volta in campo. Ma soprattutto la capacità di essere riuscito ad affermarsi sin da giovane»

A proposito degli anni giocati a Trieste in A2Gold: «Mi porto cose indimenticabili. Voglio ringraziare a proposito Eugenio Dalmasson che mi ha sempre aiutato facendomi migliorare».

Non è mancata la telefonata del suo nuovo coach, Charlie Recalcati: «Mi ha telefonato per darmi il benvenuto e per me è stata una grandissima emozione. Sono onorato di avere un allenatore come lui».

Infine una considerazone sul clima che si respira al Taliercio, essendo stato presente in alcune partite dei playoff giocati dalla Reyer: «A livello di tifoseria sicuramente molto caldo, almeno da quel che ho visto. Ma anche quello di Trieste lo è. L’importante è che sia una stagione ricca di soddisfazioni da vivere intensamente assieme».

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy