Sacripanti-Cantù, è divorzio. Ora caccia al sostituto

Sacripanti-Cantù, è divorzio. Ora caccia al sostituto

Commenta per primo!

Sacripanti non è più l’allenatore della Pallacanestro Cantù. Il coach, che sembrava essersi riavvicinato alla società brianzola nelle scorse ore, ha preferito declinare la proposta canturina scegliendo di guardare altrove. Le voci su un ulteriore taglio del budget non facevano presagire nulla di buono e così è arrivata la separazione. Per Sacripanti, quindi capitolo terminato con la sua Cantù, il tutto dopo l’impresa sfiorata con Venezia, un’ottima stagione europea e un girone di ritorno molto positivo. Ora per la società di Anna Cremascoli è tempo di nuovi scenari: Griccioli e Corbani in pole position, occhio però anche ai nomi di Moretti e Ramagli.

Questo il comunicato della società canturina:

” Dopo un periodo di analisi e riflessione, in cui entrambe le parti hanno compiuto attente valutazioni, Pallacanestro Cantù e coach Stefano Sacripanti hanno deciso in maniera concorde di dividere le loro strade.

“Voglio ringraziare Pino – commenta il Presidente della Pallacanestro Cantù, Anna Cremascoli – oltre che per l’impegno profuso e la professionalità dimostrata in queste due stagioni anche per l’affetto e l’attaccamento straordinario che lo lega a questa società. Pino non sarà mai per la Pallacanestro Cantù un avversario normale come per lui sarà sempre speciale affrontare la squadra della sua città. Auguri dunque a coach Sacripanti le migliori fortune per le sue future esperienze cestistiche”.

“Nella sofferenza – commenta coach Stefano Sacripanti – di non prolungare la mia esperienza con la Pallacanestro Cantù voglio evidenziare però la grande soddisfazione per aver allenato per altri due anni con grande orgoglio e determinazione la squadra della mia città. Ringrazio il Presidente e i soci per avermi dato questa possibilità e tutto il pubblico che mi ha sempre sostenuto. Un altro ringraziamento per avermi affiancato va a Luca, a Daniele e Paolo, allo staff medico, ai preparatori, ai miei assistenti e a tutti coloro che con me hanno condiviso questa avventura speciale. A Cantù va il più sincero in bocca al lupo”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy