Teramo Basket, un tuffo nel passato.

Teramo Basket, un tuffo nel passato.

Dopo le firme di Dee Brown e Valerio Amoroso, si cerca di completare il quintetto titolare con i tre tasselli che mancano, guardia, ala piccola e centro. Proprio in quest’ultimo ruolo da giorni circola un nome molto caro ai tifosi teramani. Un giocatore che ha già vissuto 3 stagioni con la società teramana dal 2007-2009 e che è diventato l’idolo della tifoseria dopo aver messo la sua firma sulla salvezza del 2008 con due canestri da tre punti sul suono della sirena contro Pesaro e Montegranaro. Il suo nome ancora scalda i cuori della tifoseria biancorossa che vorrebbero ancora vederlo in canotta biancorossa. Si tratta di Brandon Brown,. centro atipico che corrisponde molto alle caratteristiche che Ramagli cerca per quel ruolo. Un giocatore che possa essere compatibile tatticamente con Amoroso e che rientri nel budget della società. Con il lungo campano, Brown ha già giocato, sempre a Teramo, nella storica stagione 2008/2009, quando la squadra teramana raggiunse il suo miglior risultato di sempre chiudendo la regolar season al terzo posto. Dopo la salvezza conquistata con Cremona nel 2010, Brown ha disputato l’ultima stagione nel campionato croato con la squadra dello Zadar, con il quale ha raggiunto le semifinali dei play off chiudendo con 10 punti e 4,7 rimbalzi di media. Altri nomi che circolano invece per il ruolo di ala piccola sono il croato Rociz (28 anni, Cibona Zagabria) e lo statunitense Roderick (23 anni, Rimini). Intanto a giorni la società dovrebbe definire la situazione dell’italo-argentino Bruno Cerella rientrato dal prestito in lega due con il Casalpusterlengo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy