UFFICIALE: Roma firma il giovane Reali e presta Tambone a Ravenna

UFFICIALE: Roma firma il giovane Reali e presta Tambone a Ravenna

Commenta per primo!

Talentuoso, giovane e romano: questo è l’identikit di Marco Reali, ultimo arrivo in casa Virtus Roma. Nato a Roma il 23 gennaio 1995, Marco è alto 188 cm e ricopre il ruolo di playmaker. Nonostante la giovane età, Reali ha già fatto vedere buone cose durante la trafila delle giovanili: prima nel Vis Nova Basket, conquistando nel 2010 il titolo di Campione d’Italia Under 15 e il premio di “Miglior Playmaker delle Finali” con la formazione capitolina, per poi passare alla Virtus Siena, con la quale, nel 2011, ha vinto il titolo nazionale Under 17 e sfiorato quello Under 19. Con la squadra toscana, in cui ha militato nelle ultime tre stagioni, ha avuto anche la possibilità di provare le prime esperienze da senior nei campionati DNB e DNA. Reali farà parte dell’organico a disposizione di coach Dalmonte per la stagione 2013-14.

Contestualmente il club ufficializza il passaggio del playmaker classe 1994 Matteo Tambone in prestito a Ravenna, in LegaDue Silver. Dopo una stagione vissuta con la prima squadra, facendosi trovare pronto e dando un contributo nel raggiungere la finale scudetto, ora Matteo ha una opportunità per crescere e farsi le ossa. Nicola Alberani, gm della Virtus, si è detto soddisfatto dell’arrivo del play romano: «Spero che Reali ci dia una mano importante proprio come ha fatto Matteo Tambone l’anno scorso. L’aver riportato a casa un ragazzo romano senza dubbio ha una valenza in più, Marco ha qualità per stare nel gruppo ed essere utile all’evenienza. Abbiamo scelto di dare in prestito Matteo per farlo crescere e dargli la possibilità di trovare con continuità minuti e spazio, perché è un giocatore su cui crediamo». Queste le prima parole da virtussino di Marco Reali: «Sono molto contento di questa grande opportunità, ricevere l’interessamento della Virtus Roma è stato per me molto importante. Torno nella mia città dopo tre anni trascorsi a Siena, che mi sono serviti tantissimo per migliorare come persona sotto il profilo umano e come atleta sotto dal punto di vista fisico e tecnico. Lì ho avuto la possibilità di esordire in B1 e B2, di disputare tante finali nazionali giovanili vincendo anche uno scudetto Under 17 e di fare tanta esperienza. Ora sono felice di tornare a Roma per questa grande occasione, darò il massimo e spero di far bene».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy