Vanoli Braga Cremona: Confermato Tomo Mahoric per la stagione 2011/2012

Vanoli Braga Cremona: Confermato Tomo Mahoric per la stagione 2011/2012

Commenta per primo!

Dopo la sua prima stagione in Italia da capo-allenatore, conclusa con un positivissimo 12 posto con la salvezza garantita con 3 turni di anticipo sul finale di stagione, Tomo Mahoric ha scelto di proseguire la sua avventura in veste di coach della Vanoli Braga Cremona e per tutti gli sportivi di Cremona e provincia è una grossissima soddisfazione.

Solo una serie di sfortunati episodi non ha permesso, durante quest’anno, di regalare ai propri tifosi quello che era un “sogno proibito”, ovvero la disputa dei Play-Off. I programmi societari di inizio stagione davano come obiettivo la salvezza, magari conquistata in anticipo, ma visto il gioco, visti i risultati di inizio stagione, al folto pubblico che tutte le domeniche assiepava gli spalti del PalaRadi l’appetivo aumentava sempre più.

A cavallo del periodo invernale, però, la Vanoli Braga ha passato un periodo in cui i risultati degli sforzi prodotti durante la settimana, non venivano ripagati alla domenica. E’ arrivata una terribile serie di 8 partite perse su 9, durante la quale, è giusto sottolinearlo, nessuno, a Cremona, ha mai messo in discussione la guida tecnica o la scelta del roster.

Anzi, durante questo periodo, per dimostrare ancora più affetto alla società, è stato anche organizzata una “invasione” durante un allenamento settimanale che, probabilmente, ha rincuorato di più tutto lo staff, permettendo quindi di proseguire sulla strada tracciata che poi ha portato, sino a 2 giornate dal termine, di poterci sperare ancora.

Durante l’anno si sono avuti gli inserimenti di Antonelli prima e di Cinciarini poi i quali, soprattutto il secondo, hanno permesso di allungare le rotazioni dei giocatori titolari, permettendo quindi al quintetto base di poter respirare di più ed arrivare ai concitati momenti finali con più lucidità.

Alla fine i sogni dei tifosi (ma pensiamo anche dei giocatori e della società) non si sono avverati, ma anche nell’ultima giornata, con la sconfitta casalinga contro la sorprendente Sassari che ha poi ben figurato nella prima serie di Play Off (ricordiamo che giusto la settimana prima aveva sconfitto in casa Siena e 3 giorni dopo è andata a vincere a Milano gara 1), tutti si sono riversati nel piazzale a festeggiare quella che è stata una stupenda stagione.

La conferma di Tomo Mahoric è la conferma anche delle scelte fatte nella precedente stagione nell’individuare atleti di stampo Est-Europeo come colonne portanti della squadra (e Marko Milic, già a Cremona l’anno della prima stagione di A1 per Cremona ne è una conferma) e quindi siamo sicuri che anche nella prossima stagione si potrà assistere, a mio modesto parere, a quello che è stato un vero spettacolo di gioco, dopo la straordinaria stagione in cui la allora Vanoli Soresina aveva chiuso il campionato di B d’Eccellenza 2005/2006 con l’impressionante record di 27 gare vinte su 30 con una serie di 17 partite vinte consecutive (allora era coach quel Trincheri che oggi siede sulla panchina della Bennet Cantù) che avevano poi portato alla promozione in A2.

Ora attendiamo notizie riguardanti le conferme dei giocatori dello scorso anno (sembrano ormai confermati i giocatori di passaporto europeo mentre sembra che non ci sia nulla da fare per quanto riguarda i giocatori americani, con Foster intenzionato a tornare in Germania e Rowland in direzione di Malaga) e sulle eventuali notizie di nuovi inserimenti.

Questa stagione ha dimostrato che con 7 buoni giocatori si riesce a tenere in piedi un buon campionato, ma gli eventuali infortuni sono sempre all’ordine del giorno e anche quest’anno ne abbiamo avuto la riprova, pertanto per poter sperare di poter fare quel salto in più rispetto lo scorso anno, bisognerà senz’altro cercare di allungare la rosa di titolari.

Giustamente bisogna anche guardare le casse della società, però. Sicuramente Cremona non può “gareggiare” con realtà come Siena o Milano, le scelte vanno ben ponderate, ma siamo sicuri che lo staff dirigenziale, con a capo il mitico Flavio “Lupo” Portaluppi, sarà in grado di selezionare bene le opportunità per provare a regalare ai 3500 tifosi di Cremona una stagione ancora migliore della scorsa.

Matteo Casoni.
(Foto di Maura Tonghini)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy