Vitucci tiene Varese sulle spine, Avellino torna a crederci

Vitucci tiene Varese sulle spine, Avellino torna a crederci

Ancora 48 ore per pensarci su: è questo ciò che è emerso dal summit fra il coach varesino e la dirigenza della Cimberio (Vescovi e Giofrè in primis). Si fa sempre più forte il pressing di Avellino, che ha pronto da tempo un ricco biennale per l’allenatore veneziano e un budget per la costruzione della squadra superiore a quello dei biancorossi, ma dovrà sborsare anche fior fior di quattrini a Varese per poter liberare il “Frank”, legato alla Cimberio da un contratto che non prevede rescissione. Varese risponde con un triennale (anche se a cifre molto inferiori rispetto ai biancoverdi), mettendo il proprio coach al centro del progetto, ma al momento l’ago della bilancia pende dalla parte di Avellino.  Due squadre, quindi, in stand-by, tutte in attesa di potere avere il proprio coach per poi far partire la costruzione della squadra: Avellino e Varese aspettano, lunedì (o anche prima) si saprà, ma ciò che è sicuro che alla Sidigas hanno ritrovato l’ottimismo che sembrava sfumato solo qualche giorno fa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy