“60 anni di Casale”: la Novipiù ci prova ma Torino è granitica e va in finale

Nel torneo celebrativo dei 60 anni della junior, la squadra di coach Vitucci supera la Novipiù. 5 giocatori in doppia cifra per Torino, Blizzard (17) è ancora decisivo.

Commenta per primo!

Nel torneo celebrativo dei 60 anni della Junior, la squadra di coach Vitucci supera la Novipiù. Cinque giocatori in doppia cifra per Torino, con White top scorer per la formazione di coach Vitucci. Per la Novipiù spicca Blizzard, mentre vanno in doppia cifra anche Di Bella e Tomassini.

Primo quarto equilibrato, con le squadre che fanno valere il quoziente fisico. Subito due falli fischiati a Natali, che pare ancora un po’ fuori condizione, e Blizzard che si alza immediatamente dalla panchina. Torino non riesce a trovare grande velocità in attacco, e allora passa tutto nelle mani di un Deron Washington “on fire”. L’esperienza di Blizzard e Di Bella permette alla Novipiù di rimanere a contatto. Torino mette la freccia proprio nell’ultimo minuto, quando Mazzola trova il tiro da 3 e DJ White affonda le mani nel canestro: 21-16.

A inizio seconda frazione Ramondino prova l’assetto col doppio regista, Tomassini e Di Bella. L’Auxilium scopre il suo protagonista, Tyler Harvey. L’americano spacca la partita con tre bombe, una dopo l’altra. Il reparto lunghi di Casale non regge il confronto con quello avversario, e i ragazzi di Vitucci toccano la doppia cifra di vantaggio, 23-39. L’ultima azione prima dell’intervallo lungo è da scuola basket: Torino ruba palla, lancio per Poeta che con un tocco “no look” mette in ritmo Wilson, il quale sale in cielo e schiaccia con la bimane, prendendosi anche il fallo di Blizzard. 28-44 dopo i primi 20’.     

Le differenze tecniche tra le due formazioni si accentuano nel terzo periodo, quando Torino controlla senza troppi affanni il largo margine di vantaggio. Casale, dal canto suo, non si scioglie e continua a fare il suo gioco. Blizzard e Martinoni scrivono 5-0 di parziale e la Novipiù sotto i 10 punti di distacco, 51-59 dopo 31’. Vitucci ributta in campo i titolari, ma adesso è partita vera. Ramondino sceglie di togliere Blizzard e rimette Emegano. L’americano della Novipiù, però, sembra aver perso lo smalto del primo tempo. Di Bella prova l’ultimo disperato tentativo di riportare Casale a contatto ma dall’altra parte risponde DJ White. Il lungo dell’Auxilium fa vedere tutto il suo talento, colpendo da ogni parte del campo senza grandi pressioni. Finisce 71-79: troppo alto il tasso tecnico di Torino, anche se Casale non ha sfigurato e domani giocherà contro Brindisi per il terzo posto. Auxilium-Openjobmetis invece sarà la finale per il primo posto. 

CASALE 61 TORINO 79

Casale: Tolbert 6, Denegri ne, Tomassini 10, Natali, Blizzard 11, Di Bella 11, Martinoni 11, Emegano 8, Severini 8, Ruiu, Valentini, Bellan ne, 

Torino: Wilson 12, Harvey 13, Wright 10, White 15, Alibegovic, Parente, Poeta 6, Washington 14, Okeke 2, Fall 2, Mazzola 5, Vitale ne, Crespi ne

Fotogallery a cura di Stefania Monsini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy