Addio ad “Hi-Fly” Henry Williams: ha fatto sognare Verona, Treviso, Roma e Napoli

Addio ad “Hi-Fly” Henry Williams: ha fatto sognare Verona, Treviso, Roma e Napoli

Da quasi dieci anni un rene aveva smesso di funzionare. La dialisi non bastava più. A 47 anni scompare una delle migliori guardie viste in Italia negli anni 90′.

di La Redazione

Nel 2014, neanche 44ene, ha rivelato di essere in dialisi. Un rene aveva smesso di funzionare cinque anni prima. Ma fino a questo pomeriggio, mattina americana di Charlotte, Henry Williams non ha mai smesso di far battere il suo cuore, pieno di speranza. Non ha mai smesso di donare alla moglie, ai tre figli, alla comunità missionaria battista di New Zion di cui era diventato pastore, quelle emozioni che per tanti anni, sui parquet di tutta Italia e non solo, l’hanno consegnato alla storia come Hi-Fly.

La sua clamorosa abilità nel saltare e nello schiacciare nonostante l’altezza non sia propriamente dalla sua, ha fatto impazzire piazze esigenti come Verona, Treviso, Roma e Napoli. Qui ha scritto pagine importanti se non indimenticabili, ed è qui che si piange quella che per molti è stata una delle migliori guardie degli anni ’90. 318 partite, quasi 7000 punti nel Bel Paese, un palmarès fatto di uno Scudetto, una Supercoppa e una Coppa Saporta (tutte le nella Marca) ma anche due promozioni in terra scaligera e all’ombra del Vesuvio: ecco le tracce indelebili di un grande giocatore e uomo, pronto per il volo più alto della sua vita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy