Avellino-Brescia, sala stampa: le parole di Vucinic e Diana

Avellino-Brescia, sala stampa: le parole di Vucinic e Diana

I due coach hanno analizzato nella conferenza post-gara il match tra campani e lombardi, vinto oggi dai padroni di casa 79-67.

di La Redazione

Ecco di seguito le dichiarazioni dei due allenatori in sala stampa dopo il match tra Sidigas e Germani.

Nenad Vucinic (coach Avellino): “Sono molto contento della vittoria, principalmente per i giocatori e per le difficoltà che abbiamo affrontato fino ad ora. Come coach, non mi sono mai trovato in una situazione tale di sfortuna e purtroppo tutto questo sembra non volersi arrestare. In ogni caso, complimenti ai giocatori e anche ai tifosi, che hanno saputo pazientemente attendere questa vittoria. Ricostruire la squadra è un obiettivo difficile nel bel mezzo della stagione ma devo dire che i ragazzi stanno facendo un ottimo lavoro per riuscirci: la fiducia non era ovviamente al massimo dopo tutte quelle sconfitte e si è visto nel primo quarto, ma poi il cuore e la voglia hanno prevalso. è un peccato non esserci qualificati ai Playoff di Champions League ma ormai è passato e cerchiamo di concentrarci sulle ultime due competizioni che ci sono rimaste, iniziando dalla Final Eight: non posso dire che siamo pronti, anche perché affronteremo la squadra attualmente più in palla. Brindisi è una buona squadra ed in forma, ma questo non ci spaventa. Oggi abbiamo giocato per la prima volta in 12 e spero che non sia l’ultima: attendiamo gli esiti della visita di Patric Young, che accusa dolore al piede e non fa presagire nulla di buono; Lollo D’Ercole si sottoporrà a radiografia al dito e speriamo che non sia rotto; Luca Campani ha un taglio profondo alla fronte e ha avuto bisogno di punti di sutura.
Uff. Stampa Scandone Avellino

Andrea Diana (coach Brescia): “Faccio i complimenti ad Avellino per la vittoria. Noi abbiamo avuto un buon approccio alla gara, stando attenti a non concedere i punti di forza ai nostri avversari. Nel secondo quarto, però, abbiamo forzato in attacco in troppe occasioni, innescando il loro contropiede. Il finale del secondo quarto è stato il momento che ha deciso l’andamento della gara: avremmo dovuto avere più equilibrio in attacco e poi abbiamo perso per falli Cunningham, ovvero il nostro giocatore con maggiore potenziale. Nel terzo periodo abbiamo sbagliato tanto, anche se abbiamo avuto una buona reazione nell’ultimo periodo. Abbiamo avuto la bomba per tornare a -1, poi da lì è nato il parziale di 5-0 che ha chiuso la gara. E ancora una volta abbiamo avuto delle reazioni con gli arbitri che non vanno bene. Moss? È da elogiare, perché era influenzato: si è reso disponibile, ha fatto una buona gara. Durante la sosta ci sarà da lavorare, soprattutto nella prima settimana in cui avremo il roster al completo, prima che partano i nazionali. Al ritorno in campo, speriamo di riprendere la corsa con un ritmo maggiore rispetto a quello che abbiamo avuto dopo la prima sosta della Nazionale.
Uff. Stampa Leonessa Brescia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy