Avellino-Caserta, le pagelle: Ivanov spaziale e Domercant decisivo, superlativo Gaines

Avellino-Caserta, le pagelle: Ivanov spaziale e Domercant decisivo, superlativo Gaines

Commenta per primo!

SIDIGAS AVELLINO

Anosike 5,5: L’impatto sulla gara è favoloso, il suo ingresso in campo combacia con la “remuntada” Avellinese, peccato che il resto dell gara sia così così, anzi nell’ultimo frangente di gara soffre maledettamente Ivanov ed è più volte costretto al fallo.

Gaines 7,5: E’ il trascinatore della Scandone, da lui partono quasi tutte le realizzazioni casalinghe, tende a volte ad esagerare ma è davvero da solo sull’isola. 

Green 4,5: Solitamente rappresentava un brutto ricordo per i tifosi Casertani quando si aveva a che fare con il derby. Stavolta è praticamente un fantasma, va a bersaglio solo con una tripla e non è il solito Green in fase di impostazione.

Hanga 5: All’andata fu il migliore dei suoi, con le penetrazioni uccise la difesa avversaria, stavolta oltre all’imprecisione al tiro, poca voglia di vincere la gara.

Banks 6: Uno dei pochi ad accompagnare le scorribande di Gaines, riesce ad andare spesso a bersaglio con le penetrazione ma è suo l’errore sull’ultima possibilità Avellinese.

Cavaliero s.v.

Cortese s.v.

Morgillo s.v.

Trasolini 5,5: Non male la sua gara, tanto coraggio, tanta voglia ma poche idee. Non è tra i leader della squadra, ma cerca in qualche modo di salvare la propria prestazione.

Severini s.v.

Lecthaler 4: 4 minuti, 3 falli. C’è altro da dire?

Harper 4: Irriconoscibile, dovrebbe dominare l’area ma è spesso preda dell’attacco avversario, Frates lo tiene tanto in panca ed al rientro in campo nulla è cambiato.

PASTA REGGIA CASERTA

Mordente 4,5: Non bene come nelle ultime uscite, anzi malissimo. Il suo primo punto lo segna ad 1” dalla fine ma dopo una vittoria del genere sono tutti perdonati.

Domercant 7: Per tre quarti sembra un pesce fuor d’acqua con la critica già pronta a stargli addosso. Nell’ultimo parziale dimostra di essere un fenomeno mandando anche una tripla decisiva a bersaglio.

Antonutti 6,5: Il suo ingresso in campo è celestiale, le sue due triple guidano il primo tentativo di allungo Casertano, pian piano però sparisce con l’andare avanti della gara.

Vitali 4,5: Uno spettacolo indecente. Non si sa dove sia finito il vero Vitali, la sua brutta copia gioca e tira male, senza considerare le innumerevoli palle perse.

Tommasini 5,5: Come al solito è molto combattivo, ci prova in tutti i modi ma tenere Gaines quest’oggi, almeno per lui, sembrava altamente improbabile.

Michelori 6: Solito lottatore, entra in campo e fa a sportellate ma si nota che gli anni passano e il fisico non è più lo stesso.

Moore 6,5: Senza di lui, Caserta crolla. E’ l’unico capace di inventare qualcosa e di mandare i compagni a bersaglio. Come al solito, il suo playmaking è decisivo.

Tessitori s.v.

Scott 7,5: Grandissima gara del lungo statunitense. Sull’onda lunga di quanto fatto nel finale della gara di settimana scorsa, trascina i suoi ragazzi con il suo atletismo e la sua voglia di vincere. La tripla nel finale di gara la ciliegina sulla torta di una grandissima prestazione.

Ivanov 8: Abbiamo ormai finito gli aggettivi per definire questo grandissimo giocatore. Altra sublime partita del Bulgaro che va a bersaglio con una facilità pazzesca dominando uno dei migliori centri del campionato e consegnando a Caserta una vittoria che vale tanto. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy