Avellino pareggia la serie contro Treviso senza Thomas. Che cuore!

Avellino pareggia la serie contro Treviso senza Thomas. Che cuore!

Commenta per primo!

L’Air Avellino supera in maniera convincente la Benetton Treviso e pareggia la serie portandosi sull’1-1. Per l’ennesima volta quest’anno Avellino caccia gli attributi nel momento di maggiore difficoltà, con l’MVP del campionato Thomas in borghese e Cortese con un pollice fratturato, e stupisce, se ancora ce ne fosse stato bisogno, per la grande compattezza di squadra e per il cuore messo in campo. La gara degli uomoni di coach Vitucci (ancora ci si chiede come abbiano fatto a non votarlo coach dell’anno) è praticamente perfetta e il punteggio finale (87-68), la differenza tra palle perse e palle recuperate (9-23), nonchè la differenza di valutazione complessiva tra le due compagini (113-63) ne sono la riprova. Un giocatore su tutti:Szewczyk, proprio lui che in gara1 aveva mandato sul ferro il tiro della vittoria, si rende protagonista di una gara che lo ha visto letteralmente dominare gli avversari :34 punti con 6/10 da 3, 10 rimbalzi e 42 di valutazione per il lungo polacco.

LA CRONACA:
Pronti-via ed è subito 7-0 per i lupi, con coach Repesa che si vede subito costretto a chiamare time-out. Szewczyk è immarcabile e la scelta di Vitucci di farlo giocare più lontano da canestro porta i suoi frutti : il polacco realizza 21 punti nel solo primo tempo. La macchina perfetta di Avellino fa andare la Benetton Treviso in confusione, perde palloni su palloni e dopo 15′ è sotto di 16 punti (37-21). Repesa fa ruotare tutti i suoi uomini, ma non riceve risposte convincenti da nessuno di loro: Motiejunas, che aveva fatto malissimo alla squadra irpina in gara1, è servito poco, grazie agli adattamenti della difesa irpina, che chiude tutte le linee di passaggio. Stesso dicasi per Skinner. Il terzo fallo di Green preoccupa un pò l’ambiente irpino, ma Spinelli si fa trovare pronto, smistando assist deliziosi e mettendosi in proprio con canestri importanti. All’intervallo lungo il distacco è di 10 lungezze (40-30). Alla ripresa, Avellino firma un break di 9-2 che porta l’Air sul +17 (49-32). Green inizia il suo show personale e si mette alla guida della macchina-perfetta-Air. La partita è ormai in pugno alla squadra irpina, fino a quando un taglio al sopracciglio di Green lo costringe ad abbandonare il campo per qualche minuto. L’assenza del metronomo biancoverde ridà fiducia ai trevigiani, che in un amen si riportano sul -6 grazie ai canestri pesanti di Smith. Green rientra in campo e rimette le cose a posto: insieme ai compagni affondano Treviso sotto una pioggia di triple che pongono fine alla partita.

Air Avellino : Szewczyk 34, Dean 17, Green 16
Benetton Treviso: Smith 16, Gentile 9, Motiejunas 8

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy