Avellino – Reggio Emilia, la sala stampa: le parole di Sacripanti e Menetti

Avellino – Reggio Emilia, la sala stampa: le parole di Sacripanti e Menetti

I due coach analizzano nella conferenza post-gara il primo atto della serie tra campani ed emiliani, vinto ieri sera dai padroni di casa col punteggio di 82-64.

Commenta per primo!

Ecco di seguito le dichiarazioni in sala stampa dei due allenatori dopo Gara1 dei quarti di finale tra Sidigas e Grissin Bon.

Pino Sacripanti (coach Avellino): “Siamo soddisfatti per aver vinto Gara 1. La vittoria nasce da diverse situazioni, abbiamo lavorato molto bene in settimana. La variabile Ragland ci ha tenuto sulle spine fino alla fine, ma ha interpretato benissimo la partita. Per quanto riguarda Jones, lui non è al meglio, speriamo di farlo riaggregare nelle prossime ore. Fesenko ha fatto una grande partita: era carico, vediamo come reagisce fisicamente, perché penso che si sveglierà affaticato. Sono contento di averlo limitato a 15 minuti. Siamo riusciti a giocare la pallacanestro che abbiamo provato per tutta la stagione. Abbiamo giocato una nuova gara, ma già pensiamo alla partita di lunedì. Reggio Emilia è forte, è ben allenata e ha giocatori importanti come Wright, le cui giocate da sole valgono il prezzo del biglietto. Forse Ragland domani tornerà negli USA e non sappiamo se ci sarà in Gara2, in cui servirà il tutto esaurito: faccio un appello, voglio 6000 persone, dovrà venire giù il Del Mauro.

Max Menetti (coach Reggio Emilia): “Innanzitutto complimenti alla Sidigas che ha giocato ottimamente. Noi invece dovremo analizzare l’alto numero di palle perse, 17, le nostre percentuali ed il dominio di Fesenko. I suoi nove rimbalzi offensivi ci hanno fatto male. In alcuni momenti abbiamo fatto bene, ma troppo spesso ci è mancata la freddezza e, quando abbiamo cominciato a sbagliare, Avellino è scappata via senza più poterla riprendere. Adesso è 1-0 e, come si suol dire, palla al centro: ci vediamo in Gara2, i Playoff sono così, bisogna vedere come andrà la prossima partita, dopodiché valuteremo. Ora dovremo analizzare tutti gli errori commessi per tornare qui maggiormente concentrati in Gara2.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy