Avellino-Reggio Emilia, la sala stampa: le parole di Sacripanti e Menetti

Avellino-Reggio Emilia, la sala stampa: le parole di Sacripanti e Menetti

I due coach hanno analizzato nella conferenza post-gara la partita tra campani ed emiliani, vinta ieri sera dagli ospiti per 81-86.

Commenta per primo!

Ecco di seguito le dichiarazioni dei due allenatori dopo il match tra Sidigas e Grissin Bon.

Stefano Sacripanti (coach Avellino): “È giusto fare i complimenti a Reggio per aver sostenuto una partita di altissimo livello. Non siamo riusciti a rompere l’inerzia che ci ha accompagnato per tutta la gara, Della Valle ha fatto 3-4 canestri strepitosi che valevano l’intero prezzo del biglietto. Non siamo riusciti nel sporcargli i tiri e allo stesso tempo sottolineo che abbiamo sbagliato moltissime cose, tiri liberi e contropiedi che non siamo riusciti a portare a conclusione. Sono diverse partite che non riusciamo a concretizzare quello che costruiamo e abbiamo perso una gara per errori banali. Abbiamo pagato stanchezza e inesperienza, Green è riuscito a stare sul pezzo quindi ho deciso di concentrarmi molto su di lui. In alcune situazione non siamo stati capaci di difendere sul pick-n-roll e allo stesso tempo non siamo riusciti a limitare Cervi, che ha fatto canestri da campione. Abbiamo fatto una partita buona per molti aspetti, abbiamo alcune cose da pulire e se penso ai singoli episodi sono tutte piccole cose che alla fine di una partita con una squadra molto cinica fanno la differenza. Dobbiamo diventare più lucidi e cinici a concretizzare tutto quello che costruiamo, loro sono stati più bravi, più precisi e esigenti con se stessi. Non posso dire di essere deluso, certo ci tenevamo ad essere secondi ma loro hanno dimostrato più esperienza in questo tipo di partite.
(Fonte: Uff. Stampa Scandone Avellino)

Max Menetti (coach Reggio Emilia): “Si è disputata davvero una bella partita, un po’ come quelle delle ultime Semifinali Scudetto e quella di Supercoppa, e stavolta abbiamo vinto noi. Sono soddisfatto, siamo stati bravi nel terzo quarto e lucidi nell’ultimo, quando Avellino ha tentato la rimonta ed abbiamo gestito il finale. Vittoria fondamentale per continuare la nostra striscia positiva. Siamo secondi ma non siamo l’anti-Milano, solo chi arriverà in finale lo sarà, ora siamo ancora nella fase iniziale della stagione e credo che dalla decima giornata in poi si potranno fare delle prime valutazioni. Non credo che l’impegno in Coppa abbia condizionato la Sidigas, visto che secondo me l’impegno in Europa fa solo crescere e noi siamo molto dispiaciuti di non esserci. La partita di stasera in ogni caso è stata bellissima e di sicuro io mi sono divertito molto, così come tutti, aldilà del risultato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy