Avellino-Trento, Silins: “Abbiamo un solo obiettivo: battere Avellino di almeno 12 punti”

Avellino-Trento, Silins: “Abbiamo un solo obiettivo: battere Avellino di almeno 12 punti”

L’ala della Dolomiti Energia presenta la sfida di domani sera contro la Sidigas Avellino (ore 20.30, diretta Eurosport Player) che assegna il quarto posto in classifica e quindi il fattore campo nei quarti di finale.

di La Redazione

Domani, mercoledì 8 maggio, al PalaDelMauro la Dolomiti Energia Trentino nel 30° e ultimo turno di stagione regolare in Serie A affronta la Sidigas Avellino (palla a due alle ore 20.30, diretta Eurosport Player): il match contro gli irpini mette in palio il quarto posto in classifica e di conseguenza il fattore campo nella serie dei quarti di finale playoff che vedrà affrontarsi proprio Avellino e Trento a partire da domenica 13 maggio. Per sorpassare i campani (che hanno due punti in più in classifica e possono contare sul +11 con cui vinsero il match di andata) i bianconeri dovranno vincere con almeno 12 punti di scarto su un parquet violato solo 3 volte nei 14 incontri di regular season finora giocati, e su cui Trento non ha mai vinto nei 3 precedenti fra le due squadre al PalaDelMauro.

OJARS SILINS (Ala DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Andiamo ad Avellino per ribaltare la situazione, recuperando il meno 11 dell’andata: sappiamo che incontreremo nuovamente la Sidigas nei playoff quindi proviamo in ottica futura a farci trovare pronti. Non ci sono tatticismi o strategie, dobbiamo giocare la nostra pallacanestro al massimo. Sappiamo che ogni partita sarà un po’ diversa, nei playoff è normale che si siamo aggiustamenti e cambiamenti. Giocare gara-1 al PalaBigi? E’ il nostro obiettivo: la situazione a Trento non ci permetterebbe ci giocare alla BLM Group Arena, ma i tifosi di Reggio sono appassionati di basket, io li conosco bene, e ci farebbero sentire come a casa. In ogni caso non vogliamo pensare troppo avanti: prima conterà ribaltare gli 11 punti si svantaggio, e poi faremo i conti. Una delle forze di Avellino è certamente avere sotto canestro due lunghi come Fesenko e Lawal, non è facile per nessuno limitarli: dobbiamo prevenire quel tipo di problema provando a negare ricezioni facili intorno al ferro, e dobbiamo tenere i ritmi alti per esprimere al meglio le nostre caratteristiche. La mia condizione? Mi sento molto bene fisicamente, il lavoro con i preparatori ci ha fatto arrivare tutti vicini al top della forma nel momento determinante della stagione».

MAURIZIO BUSCAGLIA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «La situazione è molto particolare, ma abbiamo sempre vissuto questa parte finale del campionato con la giusta mentalità e sono convinto che lo faremo anche questa volta. Quella di domani la consideriamo una “partita secca” e non una gara di avvio dei playoff, l’obiettivo è quello di provare a migliorare la nostra posizione in classifica. A questo punto della stagione serve avere la mentalità playoff ben prima dell’inizio della post season: quello che alleno è un gruppo solido, di grande mentalità, che non molla mai, compatto. Questo ci aiuterà anche durante i playoff».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy