Basketinside Awards 2016 – Serie A

Basketinside Awards 2016 – Serie A

Con la Regular Season appena andata in archivio, diamo uno sguardo, prima di tuffarci nei playoff, ai premi della stagione 2015-2016.

Conclusa la Regular Season, prima di tuffarci nei playoff, prendiamoci giusto del tempo per assegnare i premi stagionali targati Basketinside.com. La 30^ giornata ha sancito la retrocessione della Virtus Bologna (fatale la sconfitta in quel di Reggio) e l’accesso ai playoff delle “magnifiche otto” con l’Openjobmetis che non è riuscita a piazzare la zampata finale che sarebbe valsa la post-season. E allora scopriamo insieme chi più di tutti ha brillato in questa stagione, scoprendo insieme quali sono i due migliori quintetti e quali allenatori sono riusciti a far rendere al meglio le proprie squadre.

22477223324_93d96e399a_m25253198381_faebcae977_m25328196501_249ef58121_m24912015462_50d52f043a_m24418823826_e0fa44247a_m

PRIMO QUINTETTO

G: David Logan (Banco di Sardegna Sassari): 17.0 ppg, 4.1 apg, 19.4 val
G: Pietro Aradori (Grissin Bon Reggio Emilia): 13.4 ppg, 5.8 rpg, 15.4 val
F: James Nunnally (Sidigas Avellino): 18.4 ppg, 4.4 rpg, 16.6 val
F: Austin Daye (Consultinvest Pesaro): 21.3 ppg, 9.1 rpg, 22.4 val
C: DJ White (Manital Torino): 17.1 ppg, 8.7 rpg, 21.7 val

SECONDO QUINTETTO

G: Jerome Dyson (Manital Torino): 15,8 ppg, 3.1 apg, 13.7 val
G: Krunoslav Simon (EA7 Emporio Armani Milano): 15.1 ppg, 4.5 rpg, 17.0 val
F: Deron Washington (Vanoli Cremona): 11.6 ppg, 6.6 rpg, 16.2 val
F: Alex Kirk (Giorgio Tesi Group Pistoia): 16.1 ppg, 7.8 rpg, 17.7 val
C: Julian Wright (Dolomiti Energia Trentino): 14.8 ppg, 7.3 rpg, 17.4 val

MIGLIOR 6° UOMO: Tyrus McGee (Vanoli Cremona): 13.3 ppg, 3.4 rpg, 11.9 val

MVP DELLA REGULAR SEASON: Austin Daye (Consultinvest Pesaro): 21.3 ppg, 9.1 rpg, 22.4 val.
Il suo arrivo ha cambiato il volto di Pesaro. Giunto alla Consultinvest il 4 dicembre, con lui in campo la Vuelle ha un record di 10 vinte su 21 gare, ovvero 20 punti dei 24 totalizzati in campionato e lo zampino di Daye non è certo passato inosservato. I suoi 21 punti e 9 rimbalzi di media hanno sicuramente contribuito alla salvezza anticipata dei biancorossi, conditi da prestazioni clamorose come i 32 punti inflitti a Varese (e altrettanti a Milano) e i 26 realizzati contro Cantù, decisivi per assicurarsi la permanenza nella massima categoria con una giornata d’anticipo. 

COACH DELL’ANNO: 1° Stefano Sacripanti, 2° Cesare Pancotto, 3° Gennaro Di Carlo. E’ coach Pino Sacripanti il coach dell’anno scelto dalla nostra redazione. Battuto in volata Cesare Pancotto, autore di un’annata sopra ogni più rosea aspettativa per la sua Vanoli Cremona. Premiata l’incredibile cavalcata della Sidigas, che con 12 vittorie consecutive, è passata dall’essere fuori dalla zona playoff a quasi scalfire il secondo posto di Reggio, piazzandosi terza in campionato. Senza dimenticare le prodezze di Coppa che l’hanno portata fino a giocarsi la finale (persa) contro l’Olimpia Milano. Premiata anche la salvezza di Capo d’Orlando, con coach Di Carlo (succeduto alla panchina di Griccioli a dicembre) che si assicura la presenza al prossimo campionato di Serie A con due giornate d’anticipo, nonostante a metà stagione l’Upea fosse una delle più serie candidate a scendere nella categoria inferiore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy