Bechi: “Ci stiamo preparando alla battaglia”

Bechi: “Ci stiamo preparando alla battaglia”

Commenta per primo!

Nessuno, a Brindisi, si aspettava una stagione così travagliata dopo il ritorno nella massima serie, almeno si auspicava un finale di campionato con molto meno thrilling. Già, perché a sole tre giornate dalla fine per la squadra brindisina i grattacapi sono tanti, tantissimi la cui soluzione passa necessariamente da una striscia di vittorie. Eppure l’ambiente, nonostante le inevitabili critiche, crede nella salvezza, eccome.

Coach Luca Bechi ha parlato anche di questo nella conferenza stampa di oggi. Le sue parole: “A chi mi chiede se sono stressato per questa situazione di classifica rispondo che (sia pur nel rammarico di non avere qualche punto in più) è quasi bello esserlo se si è spinti dalla convinzione generale di riuscire a raggiungere il traguardo. Dall’ambiente che ci circonda ricevo segnali positivi: i tifosi dell’Enel Basket sono amareggiati per un campionato che si pensava diverso ma vogliono fortissimamente giocarci anche la prossima stagione in Lega A. Per la squadra è uno stimolo importante, necessario, utile per trovare quell’energia e quella forza da buttare in campo domenica prossima. Sono certo che già dal loro ingresso sul parquet, i miei giocatori coglieranno la spinta del pubblico e la trasformeranno in quell’agonismo necessario a far risultato”.

Tre partite tre per centrale la permanenza. Nella prima c’è ….. un brutto cliente: la Benetton Treviso che (oltre alla sconfitta dell’altro giorno a Siena nel recupero) viaggia con un ruolino di 5 vittorie di seguito, frutto di una fase della stagione in continua crescita.
“I nostri prossimi avversari – sottolinea Bechi – stanno giocando veramente bene: hanno una grande fisicità e possono contare su vari punti di forza. Il settore lunghi, ad esempio, ricco di 4 giocatori intercambiabili e poi l’adeguata copertura del ruolo di play-maker; ancora: giovani interessanti assieme ad atleti d’esperienza per una formazione composta da 10 giocatori veri. Dopo Siena, Treviso, al pari di Cantù, è una delle squadre più in forma e competitive”.

Quindi, domenica al PalaPentassuglia, si vivrà un pomeriggio di forti emozioni. Ci sarà la solita Enel formato casalingo, decisa, determinata, convinta dei propri mezzi? Luca Bechi assicura: “In campo sarà una battaglia e noi ci stiamo preparando. Treviso è ben dotata di centimetri e chili; quindi, noi dovremmo essere bravi a non subire e a non farci schiacciare. In particolare la mia squadra dovrà imporre il suo ritmo il suo gioco denso di velocità e agilità. Saranno 40 minuti di particolare intensità nei quali non dovremmo mai concedere facili soluzioni ai nostri avversari. Qualcuno dei miei giocatori è ancora alle prese con qualche acciacco ma nulla di particolare anche perché in questa fase finale del campionato bisognerà dare il massimo, superando tutto. Quella di domenica sarà una partita fondamentale per le nostre ambizioni di permanenza: due punti in più in classifica ed una spinta formidabile per la successiva trasferta di Biella”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy