Bene Bravo Bis, la Dinamo fa 2/2 contro Roma grazie a un super Omar Thomas

Bene Bravo Bis, la Dinamo fa 2/2 contro Roma grazie a un super Omar Thomas

Commenta per primo!

Davanti ad un palazzetto traboccante d’entusiasmo la Dinamo batte Roma per 77-69 e si concede il tris di successi da pre season. Terzo test pre season e terzo impegno in terra di Sardegna per la Dinamo. I ragazzi di coach Meo Sacchetti sono scesi in campo sul parquet del palazzetto di Dorgali in via Kennedy per disputare un match amichevole con la Virtus Acea Roma, remake e rivincita della gara andata in scena ieri al Geovillagedi Olbia, valido per il “Trofeo Banco di Sardegna”, main sponsor biancoblu che ancora una volta dimostra di essere vicino al progetto. Dopo il positivo passaggio a Nuoro, ospiti dei negozi Rosas, i gladiatori biancoblu anche a Dorgali sono stati accolti da un palazzetto pieno (soldout da 400 persone) e affamato di basket. Alla fine dei 40′ a spuntarla e’ la Dinamo, che batte Roma per 77-69, nuovo positivo test pre season prima del torneo di Brindisi del prossimo fine settimana. Anche il “Trofeo Banco di Sardegna” di Dorgali, organizzato dal comitato Fip di Nuoro, ha rappresentato una nuova e importante occasione per ricevere l’appassionato e avvolgente abbraccio del pubblico, stavolta di quello nuorese, con la Dinamo a ricambiare mostrandosi all’Isola e regalando momenti di grande basket a tutti i sardi.

Il match. Un po’ di riposo per Caleb Green, positivo il suo approccio al pre campionato biancoblu. Dinamo ancora senza i Nazionali TD12 e Fernandez, Roma senza Taylor e Jones e con Goss, tenuto ieri a riposo, nello starting five. Ottimi vini della Cantina di Dorgali per giocatori e coach delle due squadre, lotteria ‘cestistica” nell’intervallo fra terzo e ultimo periodo, poi e palla a due e si ri-comincia. Quintetto sassarese con Vanuzzo e Devecchi, Johnson apre le danze, la tripla Di Marques Green vale il 5-2 Dinamo, quella di T2 dice -1 Roma. E’ pioggia di bombe sul parquet di Dorgali, Goss timbra il cartellino dall’arco (5-8), Devecchi in fotocopia per il pari, l’inchiodata di Linton porta Sassari a +2. Il match scorre su continui capovolgimenti di fronte, alley oop Green-Johnson (12 pari), rotazioni per coach Sacchetti e Dinamo che guida la corsa. Thomas fa 2/2 in lunetta (18-12), libero di Moraschini, e primo quarto a chiudersi sul 18-13. Si gioca dalla lunetta, Righetti segna il canestro del 19-17, Baron pareggia a quota 20, Johnson facile da sotto, i liberi di Moraschini scrivono 21-21 sul tabellone luminoso, terzo fallo del piccolo generale, sorpasso di Baron: nessuna delle due squadre riesce a prendere il sopravvento. Vanuzzo a bersaglio, poi anche Tessitori dalla media, sul 25-23 e’ timeout Virtus. Problemi di falli per il Banco, Man-Drake e’ iceman in lunetta (27-23), Thomas allunga l’elastico del punteggio, buona difesa di Tex su Eziukwu, poi e’ anche canestro del giovane pisano: 32-25. Schiacciata in contropiede di Hosley (32-28), timeout Dinamo, Goss realizza in velocita’, tripla di Black Jesus, risposta del numero 5 giallorosso: 35-33. Si combatte sul parquet, sull’imperiosa tripla di Vanuzzo alla seconda sirena e’ 40-35. Roma si rifa’ sotto ma Hosley litiga con il ferro in lunetta mentre e’ ancora alley oop per Johnson (42-37). Tripla di Righetti, pari di Hosley, sorpasso dall’arco ancora di Righetti, 42-45, Tomas per il -1, tripla di Brian Sacchetti e riprende l’alternanza in testa alla corsa. Righetti ha la mano caldissima (47-48), antisportivo a Goss, a 3’40” e’ +3 Dinamo. Eziukwu mette la freccia e realizza il 51-52, Drake a fil di sirena ribalta per l’ennesima volta il punteggio e allunga il passo. Spazio al giovane Reali per la Virtus, Sassari prova ad allungare il passo, minuto di sospensione, Baron segna dai 6.75, Tessitori bene da sotto e il testa a testa riparte nel quarto periodo da 59-55. Subito Vanuzzo, stoppone di Johnson su Hosley, tripla di Marques Green e Dinamo a +9, difesa biancoblu e ritmo alto. Timeout di Fuca’, Drake Diener fa 2/2 in lunetta, la palla viaggia veloce fra le mani biancoblu, Thomas segna da tre per il +12 (69-57), poi un paio di errori e coach Sacchetti sceglie di stoppare il cronometro. Baron non sbaglia dall’arco, ma nemmeno Omar Thomas (72-62) che si conferma cecchino d’area e da perimetro. Show time biancoblu fra triple, velocita’, assist e stoppate, mentre il pubblico di Dorgali apprezza e non lesina applausi. Roma resta in gara ma la Dinamo e’ in controllo, eppure non smette di lottare, anche a terra, su ogni pallone. Il cronometro scorre inesorabile verso il 40′, finisce 77-69, vince la Dinamo, applausi per tutti e bambini in campo per foto e autografi.

Sassari-Roma 77-69 (18-13; 40-35; 59-55; 77-69)

Dinamo Banco di Sardegna: Green M. 6, Devecchi 3, Sacchetti T., Johnson 12, Sacchetti B. 3, Reinholt 1, Diener D. 14, Vanuzzo 7, Pattillo 2, Tessitori 8, Thomas 21. Allenatore Meo Sacchetti

Virtus Acea Roma: Goss 12, Reali, Tonolli, Righetti 11, D’Ercole 4, Alviti, Eziukwu 4, Hosley 10, Mavra, Mbakwe 8, Moraschini 9, Baron 11. Allenatore Federico Fucà

Arbitri: Michele Rossi, Dino Seghetti e Lorenzo Baldini.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy