BMW Cup, Memorial “Pentassuglia”: Campbell e James fanno grande Brindisi, Pasta Reggia KO

BMW Cup, Memorial “Pentassuglia”: Campbell e James fanno grande Brindisi, Pasta Reggia KO

Commenta per primo!

Sarà Sassari – Brindisi la finale del III Memorial “Pentassuglia” – BMW Cup, con i padroni di casa che raggiungono i sardi con una convincente prestazione contro una Pasta Reggia Caserta che alle risapute difficoltà nel tiro dalla lunga distanza, abbina una condizione fisica ancora non ottimale, e si fa trovare sulle gambe da una truppa, quella guidata da coach Bucchi, più in palla e che trova in James prima e Campbell poi, i due mattatori della serata.
Molto bene anche Lewis per l’Enel, che trova le triple che spezzano le gambe ad una Juve che neppure all’ultimo secondo ha voluto rinunciare alla possibilità di accorciare il gap.
Nessuna resa, è evidente che Michelori e Mordente hanno già “infettato” i propri compagni con quell’atteggiamento da “duri a morire” che ha reso Caserta una delle favole dello scorso campionato.
Bene Brooks, già in forma Roberts, mentre l’unico che continua a patire uno stato di forma ancora non ideale è il playmaker Hannah, che non riesce a dare appieno il proprio contributo.
Fortunatamente per Stephon, e per coach Molin, manca molto all’inizio del campionato, e gli effetti del preparatore Papa non tarderanno a sortire l’effetto sperato.

I°Q. Il primo canestro di questa semifinale porta scolpita la firma di Chris Roberts, ma il canestro si trova con il contagocce. Delroy James trova la prima tripla della gara che vale il primo vantaggio pugliese, ma la risposta di Brooks è immediata. Gli errori continuano però, a superare in gran numero i canestri realizzati.
Le azioni sono confuse, ma Brindisi è più avanti nella comprensione delle richieste del proprio coach, e si vede: Zerini e Todic portano i propri mattoncini grazie ad una buona circolazione di palla.
Caserta si affida ai singoli, prima Mordente, poi Hannah, ed è proprio la coppia di guardie che mette insieme l’azione che vale il 14-17 allo scadere dei primi 10’.
II°Q. Spazio alla panchina per i due coach, soprattutto per Molin: entrano Tommasini e Scott, con il prodotto di Notre Dame ad ergersi con un paio di ottime giocate offensive.
Caserta dà il meglio quando corre e si vede: Hannah e Brooks con un recupero ciascuno, alzano la palla verso il ferro per le poderose schiacciate di Cameron Moore.
Brindisi però non resta a guardare, e l’ex Ferentino James realizza con un tap-in schiacciato il suo personale parziale di 4-0. Enel che scava il solco e tenta la prima fuga, frenata solo da Scott: 36-30 Enel.
III°Q. Il rientro dagli spogliatoi non sorride agli ospiti. Troppo pesanti sulle gambe, fanno fatica a costruire buoni tiri, pagando anche una scarsa propensione all’attacco statico cui sono costretti dall’acido lattico.
James invece è già in forma, e fa quello che vuole nell’area bianconera. Il solco diventa importante, con il +12 (47-35) realizzato da Zerini. Alla tripla di Lewis risponde Vitali, ma il divario non si riduce: si chiude sul 55-42 Brindisi.
IV°Q. Ultimo quarto da garbage time inoltrato. L’Enel padrona del campo e la Juve che prova caparbiamente a ricucire lo strappo. Purtroppo per i bianconeri il problema non è la voglia, quanto le polveri bagnate, che impediscono alla Pasta Reggia di assestare i colpi della rimonta, che s’infrangono spesso e volentieri sul ferro.
Hannah sembra non averne più, ma dopo un paio di errori grossolani, getta il cuore oltre l’ostacolo rappresentato dalla tenuta fisica, e in un amen produce il parziale che preoccupa il pubblico di fede biancoblù.
Sale in cattedra allora Lewis, che con due triple chirurgiche manda i titoli di coda. Caserta lascia il proprio scalpo sul campo di battaglia, 71-62, e domani affronterà l’Olimpia Milano di coach Banchi. Test probante, al netto di una formazione, quella meneghina, fortemente menomata nei suoi uomini di punta, chi per le Nazionali (Gentile, Melli), chi per infortunio (Gigli, Wallace).

Enel Brindisi – Pasta Reggia Caserta 71 – 62
(14-17, 37-31,55-42)
Enel: Akingbala, James 14, Todic 7, Bulleri 2, Formenti 5, Dyson, Lewis 16, Zerini 9, Snaer 5, Campbell 13. Allenatore: Bucchi
Pasta Reggia: Mordente 6, Hannah 7, Moore 9, Brooks 9, Roberts 14, Vitali 5, Scott 8, Tommasini, Michelori 4, Circosta. Allenatore: Molin

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy