Bologna – Avellino, Ramagli: “Dobbiamo giocare con rabbia per essere competitivi”

Bologna – Avellino, Ramagli: “Dobbiamo giocare con rabbia per essere competitivi”

Il coach toscano presenta la sfida tra le VNere e la Scandone di coach Sacripanti.

di Matteo Capelli

Alla vigilia di della sfida tra la Virtus Segafredo Bologna e la Sidigas Avellino, Alessandro Ramagli si è presentato in sala stampa per la consueta conferenza pre partita.

Avellino è chiaramente una squadra di altissimo livello, lo dice la profondità del roster e la stagione che hanno fatto. Noi dobbiamo mettere in campo rabbia, durezza mentale e fisica. All’andata abbiamo interpretato la partita in modo sbagliato: domani non dovremo commettere lo stesso errore per dimostrare di essere competitivi. Come noi, anche loro hanno avuto molti problemi di infortuni che hanno influito su un girone di ritorno meno brillante. La squadra è più o meno la stessa dell’andata, con Ndiaye in meno e Lawal in più. Vengono da una partita di grande spessore e orgoglio a Venezia mercoledì nella finale di coppa, rimanendo fino alla fine in corsa per vincere.

Ci sarà il ritorno di Gentile? E come sta Wilson dopo una settimana in più di allenamenti?

“Alessandro ci sarà, ma chiaramente non sarà in condizioni ottimali: si è allenato con noi parzialmente giovedì e per intero venerdì. La sua leadership rende essenziale la sua presenza al di là delle condizioni fisiche. Con lui e Wilson dovremo essere ancora più bravi: abbiamo la possibilità di contare su due giocatori simili che possono permetterci di fare una prestazione di maggiore spessore. A Wilson non ho chiesto giocate particolari: credo che domani lui ci possa dare una mano perché ha qualche strumento in più per sentirsi già dentro la squadra.”

Quanto è importante qualificarsi ai playoff nel giudizio complessivo della stagione?

“Non credo che questo sia il momento di fare le analisi sulla stagione, ora è il momento dello sprint finale per riuscire ad agganciare i playoff, che sono un nostro obiettivo. Adesso non si devono fare valutazioni sull’intera stagione. In ogni caso, un’eventuale sconfitta domani non ci taglierebbe fuori definitivamente. Così come, una vittoria potrebbe non assicurarci la qualificazione. L’unica certezza è il presente che prevede una gara difficile contro una squadra molto forte.”

Ufficio Stampa Virtus Pallacanestro Bologna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy