Bologna-Milano, le pagelle: lampi dai giovani bolognesi, Milano senza regia

Bologna-Milano, le pagelle: lampi dai giovani bolognesi, Milano senza regia

VIRTUS GRANAROLO BOLOGNA Gaddefors 6: deve davvero essere andato a scuola da Ibra per la voglia di litigare che getta in campo…oggi troppo, i falli lo frenano, ma nel finale mette due cesti e un paio di difese importanti. #cazzoguardi? Hardy 6,5: serpentine utilissime nel primo tempo e sul finale, sguscia tra i giganti milanesi con i soliti canestri impossibili, anche se qualche volta si ipnotizza da solo…#sirbiss Motum 5,5: unica nota mezza stonata. Perde la sua ormai proverbiale lucidità e soffre il mismatch con Cerella, che in teoria doveva dominare…#fuorifase Imbrò 6,5: regia sapiente e tante piccole cose utili; il fisico lo sostiene finalmente e se ne vedono i frutti…#rifiorito Fontecchio 7: lustratevi gli occhi, signore e signori perché questo diventa non buono, di più…lampi cristallini di talento nelle fasi evidenti, ma soprattutto nelle piccole cose che fanno grandi i campioni. Forse esagero, comunque ne riparliamo tra due-tre anni…#witness Landi 7: così si fa Aristide!! Rosicchia minuti a Motum e si presenta con 6 punti di tecnica, grinta e intelligenza…si sbatte anche sotto le plance e completa la serata perfetta del trio dei cinni italici…#daimò Ware 7: sempre più convinto dei suoi mezzi in attacco, oggi non va mai fuori giri ed è malignetto nello scavalcare Gentile dopo un canestro acrobatico…fallo tecnico e partita in direzione bologna…#spiritelloporcello Jordan 7: sfida biancoverdegialla contro Samuels e alla fine la vince lui, complice la staticità del lungo milanese che lo facilita. Ma ne ha voglia e si vede: stoppa di tutto e ha pure la sorte dalla sua, con palloni che magicamente gli finiscono in mano e come direbbe Marcozzi…#jeromeculone King 6,5: al solito salta, sbuffa, lotta, fa casino (e casini a tratti), ma alla fine ne esce vincitore, quindi cosa vuoi dirgli? #gladiatore Walsh 7,5: mezzo voto in più per le doti da leader e per la “zona Walsh”, ovvero l’ultimo quarto dove risponde colpo su colpo a Langford nel momento più complesso. Sempre più prolungamento del coach in campo…#minibe(chi) All.Bechi  8: questa vittoria ha tanto del coach: modella lo spirito della squadra a sua immagine e somiglianza, trasmettendo grinta e aggressività per 40 minuti. E non è un caso se nella sfida più importante sin qui lancia i giovani e da essi riceve tanto…quindi diamo a Cesare quel che è di #cesare  

Langford

EA 7 OLIMPIA MILANO Gentile 5: sarebbe un 7 per quello che mostra in campo, ma poi commette una serie di ingenuità caratteriali che ti fanno chiedere se il vero Ale sia quello buono o quello “scemo” (in senso buono)…#drjekill&mrhyde Cerella 7: in teoria il meno talentuoso, ma “el flaco” diventa molto fastidioso, sia in attacco che in difesa, al punto che quasi la riapre in collaborazione con Langford. Peccato una persa sanguinosa sul -3…#eldiablo Melli 5,5: malino ma non malissimo, con troppi minuti da “5”, che pur se tattico NON è il suo ruolo. Non si perde per colpa sua, ma insomma…#pocaroba Haynes  4,5: oggetto misterioso, sta in campo e sembra sia lì un po’ per caso, un po’ per forza, senza lasciare tracce…#xfile Langford 7,5: non prende 8 perché alla fine perde, ma nel palazzo che lo ha visto esplodere è quello che tutti si ricordavano: feroce in attacco, concentrato in difesa e l’unico a non arrendersi, prendendosela anche con Banchi per un cambio non gradito. Lucida la bomba per l’eventuale differenza canestri a 20’’ dalla fine…#titano Samuels 6: bene a tratti in attacco, così così in difesa, a parte le stoppate e così così a rimbalzo…insomma, non puoi dire che ha giocato male, ma nemmeno bene, specie se alla lunga perde tutti i duelli con i pariruolo…#senzainfamiasenzalodo Wallace 5: ha l’alibi delle precarie condizioni fisiche, quindi così va letta la giornata decisamente storta. Ma a me sta storia del passaporto congolese fa ridere….#kyengealcontrario Lawal NG: dargli 3 sarebbe ingiusto, data l’inattività de facto. Due azioni, un ferro scheggiato e un fallo…#allaprossima Moss 5: muove i treccioni di qua e di là, fa le facce cattive a tutti, ma non punge, specie in attacco. Tra gli stanchi il più stanco…#tantorumorepernulla Jerrels 4: cosine discrete in attacco, ma la regia ha lo stesso spessore dei Vanzina, anzi qua non si diverte nessuno, nemmeno per sbaglio…#cinepanettone All Banchi 6: i suoi sono stanchi e lui fa di tutto per mescolare le carte: Cerella da 4 ad esempio è una mossa che gli frutta. O i quintetti senza centro, o Moss da guardia. Insomma, sul lato tecnico c’è, manca qualcosa – forse – a livello “mentale”? #bellosenzanima

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy