Bologna – Sassari, la sala stampa: le parole di Valli e Sacchetti

Bologna – Sassari, la sala stampa: le parole di Valli e Sacchetti

Commenta per primo!

Coach Giorgio Valli commenta così l’incredibile vittoria all’overtime per 92 a 87  della sua Obiettivo Lavoro Bologna contro il Banco di Sardegna Sassari: “Sarebbe stata durissima con tutti, figurarsi con i campioni di tutto in Italia, ma abbiamo vinto, ora magari darete più peso a quanto dicevo già prima, tutto il mio staff é clamoroso ed è compatto nei momenti difficili. Siamo stati bravi contro la Sassari multiforme, nessuno escluso, cito Gino e Penny, Gaddy da leader, il secondo tempo di Dexter, e ovviamente Odom. Menzione e applauso per Michele e Simone che erano tutt’altro che al meglio. Cerchiamo di essere sempre meglio, giù la maschera, dovete volere bene a questi ragazzi, che ci mettono tutto. Brava anche la società a darci le condizioni migliori per poter lavorare, ora cerchiamo di trovare un po’ di salute e proseguire così, pur consapevoli di non essere i San Antonio Spurs. La forma di Pittman é condizionante per noi, se c’è anche di testa siamo meglio, in queste due settimane si è allenato e si é visto a tutti i livelli” (Fonte: Ufficio Stampa Virtus Pallacanestro Bologna) In sala stampa si è poi presentato Meo Sacchetti, che ha espresso tutta la sua delusione per prestazione dei suoi: “Davvero non riesco a trovare una spiegazione per l’atteggiamento mostrato dai miei giocatori nei primi 5 minuti. La sconfitta fa male, ma non sarei stato minimamente soddisfatto nemmeno in caso di vittoria. Nelle ultime partite compresa questa abbiamo provato a recuperare alcuni giocatori in difficoltà, ma per ora non ci sono state risposte incoraggianti da nessuno di questi. Non posso che fare i complimenti alla Virtus che, pur commettendo tanti errori e giocando senza il capitano Ray, ha giocato con quello spirito e quell’intensità che vorrei vedere dalla mia squadra.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy