Brescia: PalaLeonessa, il sogno diventa realtà. A breve si avvieranno i lavori

Brescia: PalaLeonessa, il sogno diventa realtà. A breve si avvieranno i lavori

Presentato nel pomeriggio odierno a Palazzo Loggia il progetto esecutivo per la realizzazione del nuovo palazzetto bresciano, che ospiterà le gare della Germani Basket Brescia Leonessa

di Silvia Castrezzati

Il progetto è concluso, l’inizio dei lavori è alle porte e l’entusiasmo alle stelle: Brescia avrà il suo palazzetto cittadino. La squadra bresciana, infatti, disputa attualmente le gare casalinghe sul campo del PalaGeorge di Montichiari ma, secondo previsioni, nel 2018 sarà pronto il nuovo palazzetto, ristrutturato sullo scheletro del glorioso impianto EIB, dove è stata scritta la storia della pallacanestro locale del passato.
Si chiamerà PalaLeonessa, come leonessa è l’emblema della città, e avrà l’aspetto di un vero e proprio tempio del basket: «Abbiamo volutamente scelto di dare alla struttura la forma di un cesto rovesciato – racconta l’ingegnere e progettista Eliseo Papa -. L’impianto è moderno ed eccezionale. Stiamo dando forma ad un lavoro di oltre due anni nel quale è stata riposta massima speranza. Il Palasport offrirà circa 5.100 posti a sedere, per 1.600 metri quadrati di parquet. Abbiamo curato l’illuminazione sia interna che esterna, nonché riposto attenzione all’impianto acustico. Siamo riconoscenti all’amministrazione comunale per aver conseguito il progetto con tanta determinazione, con l’auspicio che questo palazzetto diventi un segno urbano importante per la Brescia che verrà. Un grazie speciale anche alla Presidentessa Graziella Bragaglio e alla famiglia Bonetti, che ci hanno dato fiducia: senza di loro non saremmo riusciti a “fare canestro”».
Dopo il ritorno nella massima serie del Basket Brescia Leonessa, la Presidentessa Bragaglio esprime sincera soddisfazione: «Sono trascorsi 28 lunghi anni ma ora siamo tornati. Sono emozionata e grata all’amministrazione e alle istituzioni, che hanno partecipato per regalare questa struttura alla città. È davvero bellissimo assistere all’opera trasformata in realtà, per tutti noi e per il mondo del basket».
Tra i primi realizzatori e sostenitori il sindaco Emilio Del Bono: «È stato un percorso difficile, pieno di ostacoli – afferma -. Abbiamo optato per la riqualifica del patrimonio edilizio esistente, ristrutturando il vecchio EIB. Era giusto che Brescia avesse il proprio impianto, all’interno dei confini cittadini. Abbiamo remato tutti insieme e oggi, insieme, possiamo gioire di questo nuovo traguardo raggiunto, di una scommessa nella quale credevamo molto. Noi tutti speriamo che i lavori proseguano in maniera spedita, senza intralci né capitomboli: ci sono le condizioni per portare a termine i lavori in tempi ragionevoli».
Non solo una costruzione, ma un sito di incontro e celebrazione dello sport, come ricorda il presidente dell’Associazione Industriale Bresciana Marco Bonometti: «Siamo riusciti a fare qualcosa di concreto, per i bresciani e soprattutto per i giovani. Vogliamo diventi una festa della pallacanestro e dello sport in generale: è la linfa vitale per le nostre nuove generazioni ed un’iniezione di fiducia per il territorio».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy