Brindisi – Reggio Emilia: La sala stampa

Brindisi – Reggio Emilia: La sala stampa

Commenta per primo!

Menetti (allenatore Reggio Emilia): “Siamo felici perché siamo primi dopo 11 giornate e oggi, in una situazione di emergenza, ho lasciato spazio ai giovani. In questo senso voglio fare i complimenti a Strautins. Abbiamo tanto su cui lavorare e per questo sono ottimista riguardo il futuro, sono stati due punti importanti.

Dalla partita di Eurocup persa a Brindisi, abbiamo vinto sette partite di fila. Quella sera abbiamo capito tante cose e da li abbiamo dato una svolta emotiva alla stagione. Siamo una squadra che non può spegnere mai l’interruttore e nelle ultime partite abbiamo dimostrato solidità, sono convinto che possiamo ancora crescere tanto”.

Bucchi (allenatore Brindisi): “Partita non giocata, è troppo tempo che non ci alleniamo bene e alla fine, ovviamente, quando ti mancano tanti giocatori diventa complicato. A questi livelli conta il lavoro che fai in palestra, alla fine i nodi vengono al pettine. Domani ci vediamo con la squadra e affronteremo il discorso.

Dobbiamo mettere un freno a questa prestazione, è la prima volta che la squadra non ha reagito, in altre occasioni, anche in emergenza, la squadra ha sempre reagito, oggi no.

Scott ha ancora dolore al ginocchio e non se l’è sentita di entrare in campo.

Dobbiamo recuperare i nostri equilibri, l’impronta di squadra era quella vista a Sassari, poi gli infortuni hanno stravolto tutti gli equilibri ed è cambiato tutto, ora che saremo al completo dobbiamo ripartire per ritrovare i giusti equilibri”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy