Brindisi torna in campo nel match benefico a Martina Franca contro i turchi del Sakarya

Brindisi torna in campo nel match benefico a Martina Franca contro i turchi del Sakarya

Nuova amichevole per Brindisi.

di La Redazione

Dopo un perfetto tre su tre inanellato nell’ultima settimana di precampionato, la Happy Casa Brindisi è pronta a rigettarsi nella mischia della preseason per un calendario che non lascia tregua ai ragazzi di coach Vitucci. Giovedì sera i biancoazzurri saranno di scena al PalaWojtyla di Martina Franca, ospitati dal title sponsor Happy Casa Store che ha organizzato l’amichevole internazionale con la compagine turca del Sakarya BSB.
Un evento benefico, cui l’intero incasso sarà devoluto interamente devoluto in beneficenza all’associazione A.I.D.A, onlus che nasce nel 2005 dall’idea di alcuni giovani di promuovere campagne di sensibilizzazione e solidarietà a favore di tutte le persone diversamente abili, affinché queste non vivano, come accade, nell’indifferenza e ai margini della società.

Il costo del biglietto è di €5,00; tickets acquistabili al New Basket Store di Corso Garibaldi, 29 e presso i punti vendita Happy Casa Store di Brindisi (Centro Commerciale Brinpark) e Martina Franca (viale della Resistenza). I restanti biglietti saranno messi in vendita presso il botteghino dei Palasport di Martina Franca.

Palla a due prevista per le ore 20:00. Arbitri dell’incontro: Fabrizio Paglialunga – Mauro Belfiore Antonio Bartolomeo.

CONVOCATI:
#0 – Adrian Banks
#00 – John Brown III
#3 – Tony Gaffney
#6 – Alessandro Zanelli
#9 – Riccardo Moraschini
#10 – Wes Clark
#15 – Nicolò Cazzolato
#21 – Jeremy Chappell
#68 – Vincenzo Taddeo

Completano il roster gli aggregati Erik Rush (#1), Jaroslaw Trojan (#4), Ignas Lukosius (#5).

GLI AVVERSARI
Il ‘Sakarya Büyükşehir Belediyesi Spor Kulübü’ è la squadra di pallacanestro della città di Sakarya.
Nella stagione 2016/17 vince la Turkiye 2, ottenendo per la prima volta nella sua storia la promozione nel massimo livello del campionato nazionale.
Al primo anno nella Turkish League conquista l’ottavo posto, ultima posizione utile per accedere ai playoff dove cede il passo ai futuri campioni del Fenerbahce. Per la prima volta nella propria storia il Sakarya parteciperà a una competizione internazionale, dovendo però prima attraversare il Qualification Round 3 della Basketball Champions League. Un turno da disputare con partita di andata/ritorno per entrare ufficialmente nella fase a gironi della manifestazione.

Il roster allestito da coach Selcuk Ernak è importante e profondo in modo da gestire le due competizioni stagionali, rivoluzionando quasi completamente la squadra dello scorso anno. Unico superstite Mustafa Kircali, giovane promessa del basket turco non selezionato nell’ultimo draft NBA cui si è dichiarato eleggibile.
In cabina di regia chiavi affidate al playmaker Safak Edge, campione di Eurocup 2015/16 con il Banvit, esperto giocatore del campionato turco avendo disputato ultime annate prima al Galatasaray e poi al Besiktas. Sugli esterni il neo arrivato, annunciato la scorsa settimana, Mitchell Welbekin in uscita dal college di Wake Forest e fratello del più celebre Scott, MVP e campione di Eurocup lo scorso anno con il Darussafaka. Gli spot di 3 e 4 dello starting five sono occupati dal belga Jean Salumu, campione di Belgio per 6 volte con l’Ostenda con cui ha vinto anche 7 coppe nazionali dal 2012 al 2018, e da Junior Etou, talento della Repubblica del Congo (cugino di Ibaka stella NBA dei Thunder) formatosi alla Rutgers University prima e a Tulsa successivamente chiudendo l’ultima stagione a 15 punti e 6 rimbalzi di media.
Al centro dell’area pitturata una vecchia conoscenza del basket italiano, il camerunense Landy Nnoko, ex VL Pesaro nel 2016/17 in cui registrò 6.4 punti, 7.1 rimbalzi e una stoppata di media a partita, nominato difensore dell’anno nell’ultima edizione della G-League in forza ai Grand Rapids Drive.
Sesto uomo di lusso la stella Toney Douglas, esperto play-guardia classe ’86 con un passato ricco di NBA. Chiamato dai Lakers con la scelta n°29 al draft 2009 ha cambiato diverse franchigie nel corso degli anni: Knicks, Rockets, Kings, Warriors, Heat, Pelicans e Grizzlies. L’anno scorso la decisione di firmare in Europa all’Efes Pilsen conquistando la coppa di Turchia.

Da segnalare inoltre dalla panchina il rookie Alan Herndon, ala/centro di 206 cm proveniente dal college di Wyoming dove ha concluso l’ultimo anno da senior a 11.8 punti e 5.7 rimbalzi di media, e l’ex scelta NBA dei Denver Nuggets Izzet Turkylmaz ala/centro di 212 cm campione di Turchia nel 2014 con il Fenerbahce.

Ufficio Stampa Happy Casa Brindisi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy