Cantù-Brindisi, Brienza: “La squadra sta reagendo bene all’arrivo dei due nuovi acquisti”

Cantù-Brindisi, Brienza: “La squadra sta reagendo bene all’arrivo dei due nuovi acquisti”

Le parole dell’allenatore di Cantù.

di La Redazione

Si è tenuta questa mattina, presso la sala stampa della palestra “Toto Caimi” di
Vighizzolo, la conferenza pre partita di Acqua S.Bernardo Cantù-Happy Casa Brindisi, incontro in programma al “PalaDesio” alle ore 20:30 di lunedì 4 marzo, valido per la ventesima giornata di LBA. A disposizione di giornalisti e operatori televisivi coach
Nicola Brienza, capo allenatore dei brianzoli, il quale non si è soltanto limitato a presentare la partita in questione ma, bensì, a raccontare le sue prime impressioni sui due nuovi acquisti in casa Acqua S.Bernardo, Tony Carr e Tyler Stone.
Su Brindisi, prossima avversaria di Cantù: «Lunedì giochiamo con Brindisi che è una delle migliori formazioni del campionato, reduce da un’eccellente Coppa Italia. Se non ci fosse Cremona staremmo parlando della squadra rivelazione della stagione. È
una formazione composta da giocatori di grande esperienza e di grande quantità che ha messo insieme un bel mix, tra giocatori esperti e altri invece da lanciare o da rilanciare, tutti ben allenati da coach Frank Vitucci. È una squadra in salute e che sa giocare anche in palcoscenici importanti, in grado di reagire ad un clima caldo e ad un
pubblico molto numeroso come mi auguro che sia lunedì sera».
Sullo stato di salute e mentale del gruppo canturino: «Veniamo da una settimana
assolutamente positiva, la squadra sta reagendo bene all’arrivo dei due nuovi
acquisti. Dopo la pausa siamo pronti e vogliosi di iniziare da dove avevamo finito, vorremmo proseguire con il nostro trend positivo. C‘è molta euforia all’interno del gruppo, in settimana abbiamo svolto un lavoro eccellente ma la cosa più bella è che c’è tanta voglia di stare insieme».
L’appello ai tifosi: «Lunedì sera spero davvero che ci sia una bella risposta da parte del territorio, in questo momento abbiamo bisogno del supporto del nostro pubblico e di un palazzetto pieno. Sarebbe bello vedere almeno 4mila o 5mila persone, sarebbe un segnale molto forte».
Su Tony Carr, nuovo acquisto dell’Acqua S.Bernardo Cantù: «È un giocatore in grado di ricoprire tutti e tre i ruoli del perimetro. Nel campionato italiano il “tre” non deve essere necessariamente grosso e con una stazza imponente, questo perché in difesa spesso non ci si ritrova a dover marcare un avversario con un tonnellaggio importante. Carr ha tutto per giocare da ala, da guardia e da playmaker. Ha grandi qualità tecniche ed un’eccellente capacità di palleggio che per noi potrebbe anche essere un ugrade o, quantomeno, un aiuto in più».

Questo invece il commento su Tyler Stone, altro rinforzo della “nuova” Cantù: «Tutto il club ha apprezzato la sua disponibilità nel mettersi a completa disposizione, aveva davvero tanta voglia di venire qui. Si è messo subito su un aereo, pronto con le valigie in mano per partire il prima possibile, può sembrare un fatto scontato ma non lo è.
Ieri ha fatto il primo allenamento dopo 36 ore di viaggi, aerei e fuso orario. Era
distrutto, eppure si è allenato con grande partecipazione e questo è davvero positivo per tutta la squadra. Un giudizio tecnico? È un 4/5 interno, di grandissima energia.
Insieme a Davon Jefferson penso si possa completare bene, senza stravolgere la
nostra identità. Dovrà controllare i rimbalzi, cercando di essere fisico ed intenso vicino al ferro, sia in attacco che in difesa».

 

Uff.stampa Pallacanestro Cantù

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy