Cantù-Brindisi, Vitucci: “Adattarsi ai cambiamenti del campionato. La nostra solidità l’arma in più”

Cantù-Brindisi, Vitucci: “Adattarsi ai cambiamenti del campionato. La nostra solidità l’arma in più”

Le parole del coach della Happy Casa.

di La Redazione

Il capo allenatore biancoazzurro Frank Vitucci ha incontrato questo pomeriggio i giornalisti presso la sala stampa ‘Antonio Corliano’ nel Palasport “E. Pentassuglia”.

Dopo le grandi emozioni vissute in Coppa Italia a Firenze, è giunta l’ora di rituffarsi nella regular season di Lega A “Non siamo appagati, anzi la settimana di pausa dopo la Final Eight ci ha fatto bene e ci ha aiutato a recuperare le energie spese nell’ultimo periodo. In settimana ci siamo allenati bene, ho visto le facce giuste e la solita mentalità che ci ha contraddistinto da inizio stagione.

Non ho dubbi sulla tenuta mentale dei miei giocatori. La nostra solidità ci deve dare ora qualcosa in più, farci fare un ulteriore step in termini sia di consapevolezza dei nostri mezzi sia nella voglia di misurarci sempre più con nuove sfide e stimoli”.

 

La Happy Casa è reduce da una striscia positiva di 5 vittorie consecutive in campionato e sarà di scena lunedì sera a Cantù, altro team in grande forma con le ultime 4 vittorie di fila: “Cantù è una squadra che ha cambiato volto inserendo giocatori nuovi e lasciandone andare via altrettanti, senza dimenticare la promozione a head coach di Brienza. Troveremo un ambiente molto carico visto il cambio di proprietà e dovremo quindi prestare attenzione a tutte queste varianti.

Arrivati a questo punto, il campionato ci pone davanti a grossi stravolgimenti per roster e ambizioni. Dovremo essere ‘smart’, adattarci ai cambiamenti e all’imprevedibilità che troveremo sul campo di gioco. Le situazioni saranno differenti rispetto al girone di andata, tutte le squadre daranno il massimo per raggiungere i rispettivi obiettivi”.

 

Chiusura finale sulla condizione fisica di Wesley Clark, play americano fermo ai box da dicembre e in fase di recupero: “Wes sta riprendendo a lavorare con il gruppo ma in questo momento è come se fosse in fase di preseason. Ci vuole calma e pazienza, soprattutto contando la delicatezza del ruolo che ricopre e tutti i meccanismi tecnici e tattici che deve ristabilire con i compagni e con se stesso.

Deve ritrovare ritmo e feeling con il parquet, quando sarà il momento giusto lo chiamerò in causa”.

 

 

 

 

Ufficio Stampa Happy Casa Brindisi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy