Cantù-Capo d’Orlando, la sala stampa: le parole dei due coach

Cantù-Capo d’Orlando, la sala stampa: le parole dei due coach

Commenta per primo!

Coach Bazarevich commenta così il successo della sua Acqua Vitasnella contro la Betaland: “Credo che la cosa più importante questa sera fosse vincere e ci siamo riusciti. Abbiamo inserito due nuovi giocatori che si sono allenati con noi solamente un paio di volte. Onestamente credo che la qualità della nostra prestazione sia stata così così, però sono convinto che con il tempo e gli allenamenti prenderemo maggiore fiducia”.

“I rimbalzi  – ha aggiunto l’allenatore della Pallacanestro Cantù – sono stati il nostro problema in tutta la partita perché ne abbiamo concessi ben 24 in attacco, di cui 14 nel primo tempo. Credo sia questione di mentalità e di concentrazione e non di gioco di squadra e  dobbiamo lavorare duramente per migliorare in questo aspetto”.

“Le due gare che ci attendono con l’Enisey e con Sassari – ha concluso coach Bazarevich – saranno sicuramente due test più difficili rispetto alla partita di questa sera. Mi aspetto una prestazione migliore. Non sembro felice? Onestamente in alcuni momenti la nostra qualità è stata troppo bassa. Siamo in un processo di ricostruzione della squadra e facciamo anche delle azioni molto buone muovendo la palla e lavorando bene sul lato debole. In altri frangenti però siamo pessimi  e dobbiamo impegnarci al massimo per lavorare su questi aspetti”.

Il coach della Betaland, Gennaro Di Carlo, commenta così la sconfitta della sua formazione alla Mapooro Arena: “Commentare una partita persa di 30 punti è ovviamente molto complicato. Quello che dobbiamo fare in questo momento  è concentrare tutte le energie per affrontare una settimana chiave, preparandoci al match in casa contro Venezia, al quale vogliamo presentarci nelle migliori condizioni possibili. Contiamo anche di recuperare qualcuno degli infortunati, che ancora non riescono a tornare in campo.” “Vorrei fare i complimenti a Cantù – ha aggiunto l’allenatore siciliano – che sta allestendo un roster molto forte con un allenatore davvero bravo. Faccio all’Acqua Vitasnella un grande in bocca al lupo per il resto della stagione. Cosa mi tengo di positivo dei miei? Il numero di possessi che è superiore a quello degli avversari e il fatto di aver concesso meno in difesa rispetto all’ultima gara persa a Pistoia nonostante le alte percentuali di Cantù. Proprio le nostre scarse percentuali di tiro sono state invece la principale ragione della sconfitta”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy