Cantù-Cremona, la sala stampa: le parole di Corbani e Pancotto

Cantù-Cremona, la sala stampa: le parole di Corbani e Pancotto

Coach Corbani commenta così la sconfitta della sua Acqua Vitasnella contro la Vanoli: “Innanzitutto voglio fare i complimenti a Cremona. Nel momento in cui siamo riusciti ad avvicinarci la formazione di coach Pancotto ha dimostrato grande solidità e ci ha ricacciato subito indietro. Questa sera abbiamo faticato principalmente in attacco, perché non abbiamo mai trovato il giusto ritmo se non in alcune situazioni in cui Heslip è uscito libero dai blocchi. Sicuramente ci è mancata pericolosità nell’ uno contro uno, sia perché non abbiamo mosso abbastanza la palla, sia perché, con il quintetto alto, il peso dell’attacco era principalmente nelle mani di Hodge”. “Adesso è necessario – ha aggiunto il coach della Pallacanestro Cantù – riuscire a eseguire qualcosa di diverso, che porti la difesa avversaria a muoversi e fare degli errori, per evitare di essere costretti a giocare troppo per linee perimetrali. Dobbiamo metabolizzare fin da subito la sconfitta di questa sera e ripartire perché mercoledì e domenica ci attendono due gare fondamentali.” “La scelta di tenere fuori Hasbrouck? – ha concluso coach Corbani. “E’ stata un’indicazione del club di cui ovviamente dobbiamo aver rispetto”. Coach Pancotto commenta con grande soddisfazione la vittoria della sua Vanoli alla Mapooro Arena: “Abbiamo impostato la partita sulla nostra identità, che vuole personalizzare le nostre scelte a seconda degli avversari che ci troviamo di fronte. Oggi in difesa abbiamo cercato di abbassare il ritmo dei passaggi di Cantù per evitare facili tiri da fuori. Penso che, a parte qualche disattenzione su Heslip, abbiamo eseguito il compito che ci eravamo prefissati.” “Questa sera abbiamo sempre avuto fiducia – ha continuato l’allenatore di Cremona – perché abbiamo avuto una grande presenza a rimbalzo. Abbiamo anche attaccato in modo meticoloso, dimostrando un buon equilibrio. Devo forse fare una tirata d’orecchie ai miei ragazzi per le tante palle perse, ma sono consapevole che giocare contro l’Acqua Vitasnella non è mai facile, sia per la grande energia che il palazzetto ogni volta trasmette, sia perché Cantù ha un’ossatura importante e non potrà che fare bene nel resto della stagione.” “Questa vittoria – ha concluso coach Pancotto – ci regala ancora maggiore fiducia nel lavoro che facciamo ogni giorno in palestra e nella nostra crescita che sarà fondamentale in vista dei traguardi che potremo raggiungere in questo campionato”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy