Cantù, ecco il Pianella 2.0: sarà il PalaGera 2016

Svelato il progetto sul nuovo impianto canturino.

Mattinata importante in quel di Cantù, con Irina Gerasimenko che ha svelato le carte sul Pianella 2.0: “Qui dentro sono passate varie generazioni, ci sono state un sacco di emozioni, tutto ciò è parte della nostra vita, del nostro tempo. Il rispetto del passato può però diventare la base del futuro”.

E’ stato poi il turno del vice presidente Andrea Mauri: “Tutto il progetto nasce sull’esigenza di dare un futuro alla Pallacanestro Cantù. E’ un progetto nuovo, che non si basa e paragona su nessun altro palasport esistente. Ogni dettaglio è stato studiato, nulla è stato lasciato al caso. Ciò che voglio sottolineare sono le tempistiche: ieri abbiamo protocollato il tutto, arrivando ben prima della scadenza che c’eravamo prefissati (30 Luglio). Lavoreremo 24 ore al giorno per fare il tutto al meglio. Vorrei infine ringraziare Alessandro Corrado che ci ha sempre aiutato con i suoi consigli e supportato con la sua esperienza, il sindaco Claudio Bizzozero, l’amministrazione cucciaghese nella figura del sindaco Claudio Meroni e Riccardo Cogliati per la sua professionalità e piena sintonia con la famiglia Gerasimenko. Sarà sicuramente un progetto vincente, con attorno al tavolo tutta gente determinata ad arrivare fino in fondo.”

Il dottor Riccardo Cogliati ha poi illustrato nel dettaglio: “E’ un progetto innovativo, nato insieme, che nulla a che vedere con qualcosa di esistente. E’ nato tutto 1 anno e mezzo fa, sul terreno di via Giovanni XXIII adattato poi su quello che è attualmente il Pianella. Abbiamo rivoluto riportare la musica e altri eventi, non sarà uno spazio dedicato solo al basket, ma vivrà di luce propria anche senza lo sport. Il nome che abbiamo temporaneamente assegnato sarà PalaGera 2016. Ci sarà un museo del basket al piano terra, uno sport bar, un reparto fitness, un’area bambini, un coffee bar, ristoranti, i nuovi uffici della società e un nuovo campo d’allenamento. Aumenteremo di circa 2000mq le superfici. Vogliamo portare anche le aziende qui dentro, dando spazio alle fiere che potranno tener viva la struttura durante l’assenza di manifestazioni sportive. Arriveremo a modificare la capienza passando dagli attuali 3910 ai 5634 futuri, ruoteremo il campo di novanta gradi, aumenteremo le gradinate che si disporranno su tutto il perimetro. Le tribune saranno in gran parti telescopiche. Arrivando a quella capienza saremo il quarto palasport più grande in Italia (in serie A ndr), dandoci la chance di accedere a tutte le competizioni europee senza problemi. Sulle tempistiche si andrà da 11 a 13 mesi.”

Sui parcheggi ha poi preso parola Claudio Vassallo: “Serviranno circa 750-800 parcheggi nuovi, che andranno smistati in 3 fasce differenti, non tutte a ridosso del palasport.”

CLICCA QUI PER LA FOTOGALLERY COMPLETA

VISUALIZZA IL PDF COMPLETO DI SEGUITO

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy