">

Cantù-Milano, la sala stampa: le parole di Repesa e Corbani

Cantù-Milano, la sala stampa: le parole di Repesa e Corbani

Commenta per primo!
" data-original-mobile="http://images2.gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/41/2016/01/20/54/23311159676_e6d4fabf3b_z-320x214.jpg?v=" alt="" />

Il coach dell’EA7, Jasmin Repesa, commenta così la vittoria della sua formazione alla Mapooro Arena: “Sapevamo che quella di questa sera sarebbe stata una partita molto difficile, a causa di un ambiente casalingo caldo e presente. Cantù ha inoltre aggiunto al suo roster due giocatori davvero importanti, che hanno sicuramente contribuito ad aumentare il livello tecnico della squadra.” “Noi – ha aggiunto l’allenatore dell’Olimpia – non abbiamo iniziato bene il match e abbiamo giocato un primo tempo con difficoltà perché la difesa sul pick and roll non funzionava e abbiamo permesso a Cantù di prendere tanti tiri in campo aperto. Nel secondo tempo siamo cresciuti e sono soddisfatto perché nonostante l’assenza di due giocatori molto importanti per l’equilibrio della squadra siamo comunque riusciti a portare a casa due punti fondamentali.” “Ora – ha concluso coach Repesa – ci aspetta un impegno difficile contro l’Olympiacos  e questa vittoria ci permette di avere l’energia necessaria per affrontare al meglio la nostra prossima partita”. Coach Corbani commenta così la sconfitta della sua Acqua Vitasnella nel derby: “Innanzitutto voglio ringraziare il pubblico per la stupenda cornice che durante tutto l’arco della partita ci ha sicuramente spinti e aiutati. Sapevamo che per noi sarebbe stato un incontro molto particolare, perché abbiamo inserito un giocatore importante dopo l’innesto di Hodge di soli sette giorni fa. Due aggiunte, per altro, che arrivano in due ruoli fondamentali.” “Fin dall’inizio – prosegue l’allenatore della Pallacanestro Cantù – il match è stato difficile. Abbiamo scelto di riempire l’area con i nostri centimetri contro una squadra che fa della fisicità la sua caratteristica fondamentale. Grazie all’attenzione che tutti i ragazzi hanno dimostrato questa sera siamo riusciti a impegnare Milano e abbiamo creduto nella vittoria fino all’ultimo. Penso che la gara sia stata decisa da due momenti chiave: il primo break di McLean e nel finale i difficili canestri a ripetizione di Lafayette”. “Adesso – ha concluso coach Corbani – ci attende l’impegno di Coppa con la trasferta in Austria e, anche se siamo già qualificati, vogliamo scendere in campo per provare a concludere come primi il nostro girone. L’obiettivo è quello di cercare di trovare nuovi equilibri e idee differenti, perché ovviamente la squadra oggi è profondamente diversa da quella con cui siamo partiti a inizio stagione.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy