Cantù-Milano: le parole di Banchi e Sacripanti

Cantù-Milano: le parole di Banchi e Sacripanti

Commenta per primo!

Coach Stefano Sacripanti commenta così la vittoria della sua Acqua Vitasnella nel derby con Milano: “Un successo di 19 punti con l’Olimpia a cinque giornate dalla fine del campionato, oltre a essere importante per i due punti conquistati che valgono doppio per la classifica, ci lascia ovviamente un ricordo davvero positivo. Ci sono match che si ha la fortuna di vivere da protagonisti come quello di questa sera. Grazie alla magnifica cornice di pubblico abbiamo avuto la possibilità di giocarcela alla pari con la capolista”. “Sono felice – ha continuato l’allenatore canturino – perché la mia squadra ha giocato una bella pallacanestro ed è stata molto attenta sui temi tecnici e tattici che avevamo preparato. Abbiamo cercato di eseguire ogni schema con grande dedizione. Come avevo detto prima della gara la nostra difesa doveva partire dal nostro attacco, e questo ci è sempre rimasto impresso nella mente. Sono orgoglioso di aver allenato questa partita  e ringrazio soprattutto il pubblico che ci ha dimostrato un grande sostegno”. “Ora – ha concluso coach Sacripanti – bisogna resettare tutto e ricominciare ad allenarsi tornare perché lunedì contro Cremona ci giochiamo l’accesso ai play- off. La nostra è stata un’annata difficile, fatta di alti e bassi; ma anche di tanto lavoro svolto e voglio assolutamente poter giocare la post season insieme alla mia formazione”. Coach Banchi commenta così la sconfitta della sua EA7 Emporio Armani nel derby del PalaBancoDesio: “Cantù ha saputo interpretare meglio la partita nell’arco dei quaranta minuti. Noi non siamo stati in grado di concentrarci e ci siamo fatti superare in energia dai nostri avversari. Per l’Acqua Vitasnella si trattava di un match estremamente importante che i bianco- blu hanno approcciato con un intensità e costanza. Noi invece abbiamo perso troppi palloni e abbiamo concesso a Cantù altrettanti rimbalzi offensivi. Questa è l’esatta fotografia di come, in termini di aggressività e presenza, i nostri avversari siano stati nettamente superiori”. “Questi – ha aggiunto l’allenatore dell’Olimpia – sono momenti molto complessi all’interno di una stagione, e vanno vissuti e gestiti al meglio. Noi stasera siamo venuti meno al nostro compito e non siamo riusciti a dimostrare di essere all’altezza di questo tipo di gare”.    

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy