Cantù-Roma, le pagelle di Gara 6: bene Tyus per la Lenovo, Goss leader romano

Cantù-Roma, le pagelle di Gara 6: bene Tyus per la Lenovo, Goss leader romano

LENOVO CANTÙ

Marko Scekic 6,5: impatto discreto per Scekic, che in campo riesce a rendersi sempre utile da giocatore di grande esperienza qual è: 8 punti, 3 rimbalzi, un buon 11 di valutazione.

Martin Leunen 7: I suoi tiri sono fondamentali per Cantù, e le percentuali con cui ha tirato ieri hanno fatto sentire il loro peso (100% d due e dalla lunetta, 50% da tre). Segna 10 punti e conquista 4 rimbalzi, ma non basta a contenere la carica dei romani.

Nicolas Mazzarino 6: Parte subito forte segnando i suoi soliti tiri impossibili, ma poi le percentuali calano parecchio, e non riesce a fare la differenza come altre volte. Comunque una discreta partita.

Jeff Brooks 6,5: La sua grinta, soprattutto difensiva, tiene Cantù in ballo fin quasi alla fine, poi però può abbastanza poco contro l’espolsione di Goss e Lawal, e si perde nel finale.

Alex Tyus 7,5: Per buona parte della partita è devastante sotto canestro, dove segna quando vuole (12 punti) e vola a prendere rimbalzi (4 totali), è condizionato però dai 4 falli commessi, che lo spingono un po’ nell’ombra quando conta di più.

Jonathan Tabu 5,5: Rispetto al nulla mostrato nelle prime gare di questa serie certo è migliorato, ma le percentuali al tiro sono davvero bassissime e in generale la sua presenza non particolarmente incisiva.

Joe Ragland 6,5: Parte fortissimo e con una percentuale al tiro davvero notevole, poi la difesa romana lo carica di falli e questo lo estranea dalla partita: ne commette 5, ed è costretto a vedere il finale della partita dalla panchina.

Pietro Aradori 6: Un po’ in calo Pietro, soprattutto a livello di impatto nella partita: se era stato decisivo nella vittoria a Roma, ha contribuito meno del solito alla causa canturina ieri sera. Comunque segna 8 punti e distribuisce 5 assist, ma in attacco lascia un po’ a desiderare.

Marco Cusin 5,5: gioca appena cinque minuti, non molti per mettersi in mostra…ma comunque appare in campo senza fare nulla di particolarmente incisivo.

Stefano Mancinelli 6,5: una delle migliori prestazioni di Mancio in questa serie di semifinale: in partita da subito e tanta grinta in campo, segna 8 puntiprende 3 rimbalzi e si guadagna un buon 13 di valutazione.

 

ACEA ROMA

Phil Goss 7,5: Principale artefice della carica e della conseguente vittoria romana, Phil si comporta in campo da vero leader. E se le percentuali da 3 sono piuttosto pessime (16%), l’americano si fa perdonare con una presenza devastante in ogni altra parte del campo: sono 17 i punti totali, che si sommano a 3 rimbalzi e 4 assist.

Bobby Jones 7: Bobby pasticcia tanto, eccome se pasticcia, ma come sempre riesce ad accendersi ad un certo punto e a risultare fondamentale per la sua squadra. Anche ieri non solo segna 10 punti, ma recupera ben 7 rimbalzi…ancora una volta il suo contributo pesa tantissimo.

Lorenzo D’Ercole 7: Superati finalmente i fastidi fisici, Lollo torna a fare la voce grossa appena mette piede in campo, tirando con percentuali strepitose e segnando punti fondamentali per la vittoria della Virtus: 9 totali, con il 100% da due e il 50% da tre. Bravo Lollo!

Luigi Datome 7,5: Non è ancora fisicamente al top, ma il cuore e la grinta di questo ragazzo sono indescrivibili. Dopo un inizio stentato non si arrende, e anzi si fa leader del gruppo e dà il suo fondamentale apporto con 11 punti, 7 rimbalzi e una difesa che manda in crisi i canturini. Bentornato capitano!

Bryan Bailey 5: Entra poco in campo, appena 6 minuti per far prendere fiato ai giocatori più fondamentali, ma il suo apporto è praticamente nullo.

Jordan Taylor 7: Dopo averlo visto giocare nonostante la terza botta presa sul suo povero naso, Jordan è a tutti gli effetti l’eroe di questa serie playoff. Nonostante il dolore torna sempre in campo, e riesce sempre ad essere decisivo: sono 9 i punti segnati, accompagnati da 3 rimbalzi e 2 assist. Eroico.

Gani Lawal 7,5: Torna il Lawal fondamentale che tutti abbiamo conosciuto nel corso della stagione…Certo sbaglia degli appoggi davvero semplici, ma si fa perdonare segnando 16 punti con la sua solita devastante fisicità, e soprattutto recupera 8 rimbalzi pesantissimi che danno tante possibilità in più a Roma, che poi la portano a vincere la partita.

Aleksander Czyz 6: Prova discreta per Olek, meno d’impatto di altre partite ma comunque riesce a dare il suo contributo nei pochi minuti che passa sul parquet (9 in tutto).

Peter Lorant s.v: solo 2 minuti in campo, davvero troppo poco per poter dare un giudizio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy