Cantù: uno sguardo al passato pensando al futuro

Cantù: uno sguardo al passato pensando al futuro

17 Maggio, Cantù perde gara 3 contro Milano, esce sconfitta dal forum con un Morandais disastroso, mai entrato in gara. Il dato più scottante è che, i ragazzi di coach Sacripanti, non sono mai stati avanti nei 120 minuti disputati nella serie e la squadra non è mai stata in grado d’opporsi al team di Lardo. La causa principale della sconfitta è stata quella di non aver operato sul mercato, dove le altre società hanno trovato buoni elementi per il rush finale. Altro aspetto è il fatto d’aver dato la possibilità a Milano di giocare gara 1 in casa, perdendo durante la stagione partite scellerate come contro Roseto e Reggio Calabria in trasferta e contro Pesaro, Reggio Emilia in casa. Così è svanito il sogno scudetto in cui il popolo canturino credeva, dopo che la squadra brianzola è stata per gran parte della stagione seconda insieme al terzetto formato da Siena,Bologna e Milano. Quest’anno Dan Gay e compagni sono stati in grado di regalare grandi vittorie come contro Bologna all’overtime, Siena e Milano al Forum, ma anche partite sofferte come contro Biella e Jesi, fortunatamente battute entrambe in extermis. L’Mvp della stagione va diviso a metà perché se sì guarda il girone d’andata va assegnato di sicuro a Rimantas Kaukenas, venuto in Italia dopo una stagione a Bonn, dove aveva una media punti di 18,8. In Serie A è stato in grado di confermarsi un ottimo tiratore suscitando durante il campionato linteresse di grandi club come Milano o Siena.
Nel girone di ritorno invece il grande protagonista è stato maciste Michelori, che con la sua grinta ha trascinato i compagni nei momenti difficili. Indiscussi protagonisti anche il ricciolone Shaun Stonerook e il neozelandese Phil Jones, decisivo nei momenti difficili.
Le delusioni invece sono state il francese di Guadalupa Michel Morandais, troppo discontinuo e non in grado di sostituire degnamente il selvaggio Nate Johnson e Sinisa Kelecevic, abituato ad avere più minuti. Infine per il futuro, dopo le conferme del general manager Bruno Arrigoni e l’allenatore Sacripanti, sì parla di mercato. Partiti in direzione Siena il lituano Kaukenas e il ricciolone Stonerook,lo spagnolo Miralles a Valencia e l’italo americano Blizzard alla Bipop Reggio Emilia tramite Siena, non sono stati confermati il francese Morandais, il croato Kelecevic e il piccolo Rogers. Così sè provveduto alla creazione del nuovo roster che prevede per ora solo due tasselli nel quintetto base:Nikagbtse nel ruolo di guardia e Katelynas nel ruolo d’ala grande. Per quanto riguarda la panchina è già stata completata con le conferme di Jones, Michelori e Gay rispettivamente come cambi per l’ ala piccola e il centro, per i primi due, e come undicesimo uomo per il capitano. Ad essi sono stati aggiunti Mazzarino,cambio-play e guardia, lo sloveno Jurak come cambio di Katelynas e la giovane promettente ala Squarcina.A novembre inizierà anche l’ Eurocup nel cui girone i brianzoli hanno trovato Nancy dell’ ex soldatino Hoover, Mons e i lituani di Siauliai.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy