Caserta-Capo d’Orlando, la sala stampa: le parole di Dell’Agnello e Di Carlo

Caserta-Capo d’Orlando, la sala stampa: le parole di Dell’Agnello e Di Carlo

Il post partita di Pasta Reggia Caserta-Betaland Capo d’Orlando.

Gennaro Di Carlo:Innanzitutto un doveroso ringraziamento al pubblico casertano. Onorato dell’affetto che mi fa piacere e mi ha emozionato tanto. Oggi volevano venire qui cercando di giocare a viso aperto contro Caserta che gioca un’ottima pallacanestro. Penso che siamo sulla buona strada, possiamo tornare soddisfatti. La strada per salvarsi è ancora lunga, ma oggi vedo una squadra che mi lascia intravedere tante belle cose. Da domani saremo concentrati su Varese, ma mi porto tanto di positivo da qui. Quando le partite sono così toste, ci sta che si può perdere un po’ la calma. Non me la sento di crocifiggere Archie, perché aveva fatto una grande partita fino a quel momento. Lui è uno dei nostri leader. A oggi verifichiamo che Caserta è più brava di noi, ma chiaramente vorremo sfidarla di nuovo domani“.

Dell'Agnello (2) BI

Sandro Dell’Agnello:“Siamo dove non avremmo mai pensato per classifica, amalgama di squadra e condizione fisica e devo ringraziare Michelutti, Papa e Petriccione. Oggi abbiamo fatto un po’ di fatica contro un avversario difficile perché ci hanno messo le mani addosso fin dall’inizio e hanno dei professori del basket. Siamo abituati troppo bene e ci sfugge di vista, io per primo, che abbiamo vinto di nuovo. Loro ci hanno punito ogni piccola incertezza, complimenti a loro. Non siamo stati fluidi come siamo sempre, in attacco, pur segnando tanto, abbiamo faticato. La classifica di Capo d’Orlando parla chiaro, quando ha perso se la è giocata. Un pensierino alle Final 8 ce lo facciamo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy