Caserta, Dell’Agnello: ”Vogliamo giocare come delle iene”

Caserta, Dell’Agnello: ”Vogliamo giocare come delle iene”

Sandro Dell’Agnello e Antonello Nevola presentano la sfida tra la loro Pasta Reggia Caserta e l’Umana Reyer Venezia.

Dopo quattro sconfitte consecutive e due trasferte in terra lombarda, la Pasta Reggia Caserta ritorna davanti al proprio pubblico per affrontare la Reyer Venezia nel posticipo del lunedì sera di questo ventiquattresimo turno di Serie A Beko.

Sandro Dell’Agnello, coach della compagine campana, continua a ricordare come la sua squadra abbia ottenuto tutti i punti conquistati finora combattendo contro gli infortuni che non hanno lasciato sosta alla sua squadra:”La piaga degli infortuni ci ha colpito ininterrottamente da agosto fino a pochi giorni fa, vedi incidente a Bobby Jones“.

Nonostante la possibile scusante delle assenze, coach Dell’Agnello non vuole vedere la sua squadra soccombere mentalmente e, in riferimento al match di domani sera, usa queste parole:”È un confronto che ci potrebbe dare un bel colpo di assestamento in chiave salvezza. La affronteremo col piglio di chi in sei mesi non ha mai mollato un centimetro e non intende farlo assolutamente in questa ultima parte di campionato…Non importa quanti saremo, ma come saremo.  Vogliamo giocare come delle iene pronte a lasciare sul parquet ogni energia possibile. Comunque sul campo saremo cinque contro cinque, e anzi, con l’aiuto della nostra gente, noi giocheremo in sei“.

Anche il direttore operativo dei bianconeri Antonello Nevola ha voluto esprimere il suo parere sull’andamento della stagione della Juve con queste parole:”La volontà della società è quella di continuare con grande professionalità fino all’ultima giornata, e l’ultimo tesseramento di Linton Johnson è la dimostrazione che nessuno vuole smobilitare prima del tempo. È, altresì, vero che l’emergenza continua, siamo consci delle difficoltà giornaliere che la squadra deve affrontare sul campo e anche per questo siamo soddisfatti dei punti fatti fino adesso nonostante gli infortuni che abbiamo avuto nel corso del campionato; punti che ci vedono in classifica insieme o vicini ad altre squadre con ben altre potenzialità e che hanno avuto minori problematiche. La salvezza non è ancora chiusa e cercheremo di raggiungerla quanto prima, giocando ogni gara con il massimo impegno cercando di toglierci ancora altre soddisfazioni che sicuramente per il cammino fatto finora questa squadra merita

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy