Caserta, Dell’Agnello:”Ho sempre lottato per la maglia e ho trasmesso il messaggio ai giocatori”

Caserta, Dell’Agnello:”Ho sempre lottato per la maglia e ho trasmesso il messaggio ai giocatori”

Le parole di Sandro Dell’Agnello nella conferenza stampa di questo pomeriggio.

Dopo la partita di Brindisi che ha messo non poco a repentaglio la permanenza in serie A della Pasta Reggia Caserta, Sandro Dell’Agnello ha deciso di parlare alla stampa per spiegare varie cose.

Sulla prestazione di Brindisi il coach toscano si è espresso con queste parole:”Credo che ci sia una spiegazione alla nostra cattiva prestazione: stando con i ragazzi ogni giorno ho imparato a conoscerli ed a comprenderli, e mi sono reso conto, sin dalle prime battute del match, che qualcosa non andava. Abbiamo sbagliato subito due facili appoggi e perso due sciocchi palloni. La pressione ci ha attanagliato ed abbiamo commesso errori che ci hanno tolto fiducia. Siamo una squadra che solitamente, anche quando va sotto, non molla la presa, come dimostrato contro Venezia, Reggio Emilia ed Avellino, formazioni che sono rispettivamente quinta, seconda e terza in classifica. Anche a Pesaro, in una partita delicatissima contro una diretta rivale, siamo riusciti a tirar fuori il meglio e a portare a casa il risultato. Stavolta invece ci siamo sciolti nell’ultimo quarto, chiudendo con una sconfitta abbastanza disonorevole“.

Il coach bianconero ha tenuto a precisare che la squadra è cosciente di cosa rappresenta la JuveCaserta e che lui ha fatto di tutto per insegnarglielo.

Per la partita contro Trento Dell’Agnello vuole il supporto di tutto l’ambiente e ha chiamato a raccolta i tifosi con queste parole:”Riempiamo il Palamaggiò anche grazie alla splendida iniziativa della società. Abbiamo bisogno dei casertani perchè è chiaro che ci portiamo dietro delle scorie. Ci tengo a sottolineare che anche se partiamo con uno 0/4 al tiro è importante che il pubblico continui a sostenerci, perché contestarci ci manderebbe solo ulteriormente in confusione“.

Infine, a chi gli chiedeva dello scarso rendimento di Peyton Siva e Micah Downs, l’ex coach della VL risponde così:”Hanno avuto un calo di tensione e di rendimento. Downs  non appena sente un fischio arbitrale che non gli piace perde la calma e, conseguentemente, efficacia. Siva ha perso soprattutto fiducia. Al momento gli sono vicino, perché per ora più del bastone gli serve la carota“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy