Caserta, è iniziato il nuovo corso bianconero

Si è tenuta quest’oggi la conferenza stampa di presentazione della nuova proprietà dell Juvecaserta.

Il 28 luglio 2016  è una data storica per la Juvecaserta. Dopo anni di incertezza economica, presso lo JC Store di via Giotto è stato svelato il nome della società con sede in Gran Bretagna che proverà a dare stabilità e prospettive rilevando il 62% delle quote azionarie dalle mani dell’ormai ex socio unico Raffaele Iavazzi che conserverà, almeno in questa fase, il restante 38%. Si tratta della «Fortune Securities PPG equity partners limited» con sede ad Harley Street a Londra ed amministrata da Massimiliano Turi, 44enne manager e broker nativo di Bari ma residente in Inghilterra.  La «Fortune Securities PPG equity partners limited»  coordina fondi di investimento per lo sviluppo, la produzione, l’installazione e la gestione di infrastrutture industriali; fa parte della «Hab&Jpr», associazione d’affari internazionale operante in 55 paesi nel campo degli investimenti finanziari e con sedi a Londra, Grand Cayman e Hong Kong. A sua volta la «Hab&Jpr» è socia di «Hab coin Italia srl» con sede a Montefiascone (Viterbo) ed amministrata dal manager milanese Carlo Rotta. Quest’ultima società italiana vuole diffondere l’habcoin, una moneta digitale decentralizzata, nata quest’anno e che si appoggia per la certificazione delle sue transazioni al protocollo BlockChain, che rappresenta la nuova frontiera della certificazione del dato digitale (moneta, immobili, automobili e altro). Insomma il basket, e specificamente la Juvecaserta, entra a far parte del mondo dell’alta finanza, basti pensare che la «Fortune Securities PPG equity partners limited» – oggi rappresentata dai Dott. Fulco e Rauccio – ha un capitale di 3 miliardi di sterline, vale a dire oltre 3,6 miliardi di euro. Insieme ai due emissari del nuovo azionista di maggioranza, sono intervenuti Raffaele Iavazzi e Gino Guastaferro a nome della società, con riferimento ad aspetti più operativi e di mercato.

Ad aprire le danze è stato l’oramia ex patron dei bianconeri Raffaele Iavazzi (Presidente Juvecaserta Basket) che ha così introdotto i nuovi soci e ha chiarito alcuni aspetti organizzativi, senza rinunciare a togliersi qualche sassolino dalla scarpa :”Dopo l’ultima conferenza stampa sono contento di essere qui a parlare di basket e Juvecaserta: ciò è anche merito mio, della forza che ho avuto e della volontà di crederci sempre, la mia speranza è stata ripagata con una una soluzione che reputo buona per il futuro. Il dottor Fulco rappresenta un gruppo che fa parte di una famiglia di fondi, ed essendo di fatto casertano ha preferito investire nella sua città. Gino Guastaferro sarà il nuovo GM e sarà il nostro factotum per volontà del gruppo di maggioranza, dunque avrà carta bianca. Iscrivere la squadra è stato un grosso sacrificio perché mi sono dovuto accollare l’intero onere di questa iscrizione ma ora sono più tranquillo. E voglio essere chiaro: chi vuole fare polemiche d’ora in avanti stia a casa perché preferisco non vederli, e al PalaMaggiò si tifa per la squadra poi fuori ognuno fa come vuole. Il Palamaggiò è la nostra casa, ma se domani dovessero venderlo troveremo una soluzione, sarebbe il mio sogno avere un palazzetto in città. Anche gli sponsor Pasta Reggia e Ferrarelle sono confermati, ma l’ordine non è certo: settimana prossima faremo una serie di riunioni in cui chiuderemo alcune questioni, la campagna abbonamenti si aprirà a squadra terminata, mentre presto allestiremo una foresteria. Abbiamo deciso di scollegare il settore giovanile dalla prima squadra”.

Le prime parole ufficiali della nuova proprietà sono pronunciate dal Dott. Francesco Fulco, delegato della società acquirente che così ha illustrato i suoi piani per il futuro: “La Juvecaserta è storica, io sono di origine napoletana ma mi sono trasferito a Caserta quando la Juve vinse lo scudetto e la cosa mi colpì molto: non credevo a Caserta fosse possibile un sogno del genere, ma mi sono dovuto ricredere. In merito all’operazione, tutto è nato da un appello del sindaco Marino che mi ha chiesto una mano, così mi sono rivolto ai vertici per capire se potesse esserci la possibilità di realizzare un progetto sportivo a Caserta. Dobbiamo ringraziare Lello (Iavazzi, ndr), ora cercheremo di collaborare per una buona affermazione della squadra. Ritengo fondamentale il settore giovanile per fare il bene della città, anche su questo diamo piena fiducia al GM e speriamo di dargli un budget importante: siamo aperti a qualsiasi tipo di collaborazione. Se poi riuscissimo a fare una polisportiva anche gli sport minori confluiranno. Vi ringrazio per la collaborazione futura perché la stampa è una cosa che se collabora dà una mano”.

Sull’aspetto tecnico è organizzativo è intervenuto Luigi Guastaferro, neo GM bianconero che così si è espresso: “Sono stato chiamato per sistemare l’organigramma che sarà ampio per far sì che tutti i settori della società facciano capo a me ma lavorino a compartimenti stagni. Lo staff sta già lavorando, abbiamo delle forbici nel senso che quando il presidente ci darà il budget darò l’ok allo staff per adeguare le scelte. Ma qualunque sia il budget, in ogni caso una parte di esso sarà destinato a fondo di riserva. Quanto a Cefarelli è un giovane emergente che deve guadagnarsi spazio , ma soprattutto casertano. In generale abbiamo inserito una clausola nei contratti per tutelarci dagli infortuni, non mi esprimo sulla possibile conferma di Johnson perché ruba un visto, a me piacciono i giocatori giovani”.

Infine il Dott. Alessandro Rauccio, consulente legale della Fortune:” La nostra società si occupa di investimenti in conto terzi, l’idea dell’amico Fulco mi ha spronato a continuare a rivolgermi al sociale. Questioni di malattia personale mi hanno spinto a rimanere in zona, così abbiamo dato l’assenso per dare il via a questa avventura positiva”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy