Caserta, Michele Vitali: ‘Siamo giovani con voglia e talento, miglioreremo ancora. La chiave contro Venezia? La Difesa’

Caserta, Michele Vitali: ‘Siamo giovani con voglia e talento, miglioreremo ancora. La chiave contro Venezia? La Difesa’

Commenta per primo!
Pagina Facebook Ufficiale JuveCaserta

Caserta. In una conferenza lampo nella Sala “Giovanni Maggiò” della sede del Coni Provinciale, Michele Vitali ha risposto alle domande della platea di giornalisti locali accorsi all’incontro in vista dell’esordio stagionale contro la Reyer Venezia.

Michele ovviamente è l’uomo del match già prima di scendere sul parquet, in vista di uno scontro tutto in famiglia con il fratello maggiore Luca, il primo della carriera per entrambi i virgulti di casa Vitali.
“Sarà emozionante giocare con Luca, è capitato di affrontarci quando ero in Virtus come under, ma questa sarà la prima in carriera”, e a chi gli chiede di trashtalking tra fratelli risponde “Solo quando giochiamo a Ping Pong, ma io sono più forte”.

Capitolo squadra. Le ultime amichevoli hanno mostrato notevoli passi in avanti rispetto ai tornei d’esordio a Caserta e Brindisi: “La difesa di squadra si trova in poco, mentre il feeling offensivo necessita di più tempo, tanto lavoro insieme in palestra e automatizzazione dei giochi impostati dal coach. Anche per questo siamo usciti alla distanza, nel tour contro Roma, Siena e Bologna”.
Miglioramenti sì, ma qualche errore di troppo: “Con Mens Sana e Virtus abbiamo ottenuto due mancate vittorie, e questo non va bene. Calare nel quarto decisivo, l’ultimo, è un errore da non commettere mai più. Condizione fisica in divenire, certo, ma tanto è dipeso indubbiamente dall’inesperienza che contraddistingue una squadra giovane come la nostra.”
A fare da guida ci sono però Michelori, Mordente, e anche Brooks che seppur classe ’89, conosce bene il nostro campionato. Michele, come Tommasini e gli USA lavorano e cercano di migliorarsi a vicenda, in un contesto di squadra che, come afferma stesso Vitali: “è formata da bravi ragazzi con tanta voglia di lavorare, la chimica è ancora in divenire, ma l’amalgama c’è”.

Il discorso poi va all’anno appena trascorso, nella Biancoblù alla corte di coach Salieri, che per sua stessa ammissione, è stato un anno fondamentale  per l’ala bianconera. “Ho giocato molto e ho avuto il tempo di sbagliare. Stefano (Salieri, ndr) è un allenatore che insegna tanto, è il top per i giovani”.
Da coach Salieri a coach Molin, ancora meglio? “Lele è un’ottima persona e un tecnico estremamente preparato, ci sta plasmando secondo i suoi dettami tattici, e i miglioramenti sono evidenti”.

Vitali risponde poi alle domande specifiche sulla prossima gara: “Venezia è una squadra molto forte, con tanti punti nelle mani. Sarà fondamentale puntare sulla difesa per limitarli ed ottenere facili punti in contropiede. Io in quintetto? Qualsiasi sarà il mio impiego, dovrò essere pronto quando il coach chiamerà. Se potessi togliere qualcuno alla Reyer? Luca (ride). Sicuramente hanno tanti ottimi giocatori, Taylor e Smith (ex di turno) ci daranno non pochi grattacapi”.

Ultima parola spesa sulla conferenza stessa: “mai avute così tante domande”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy